Colesterolo e trigliceridi: un farmaco che fa miracoli?

Colesterolo e trigliceridi: un farmaco che fa miracoli?

Un derivato di olio di pesce può ridurre i rischi di importanti problemi cardiovascolari come infarto e ictus fino al 25%, suggeriscono i risultati preliminari annunciati dal produttore. Vascepa è un olio di pesce approvato dalla Food and Drug Administration (FDA). Il suo produttore, Amarin, ha condotto un ampio studio globale sul farmaco dal 2011.

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte negli Stati Uniti. Il cosiddetto colesterolo “cattivo” – lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) – e un’altra forma di grasso chiamata trigliceridi sono tra i principali responsabili dello sviluppo delle malattie cardiache.  Queste cellule grasse si accumulano nelle arterie, rendendo i passaggi per il sangue più stretto.  Il cuore deve lavorare molto più duro per il sangue dei muscoli attraverso le arterie ostruite, che alla fine possono anche diventare completamente bloccate. I rischi di attacco cardiaco, ictus e insufficienza cardiaca sono molto più alti tra i pazienti che presentano un colesterolo LDL elevato.

Il colesterolo è anche un fattore di rischio su cui possiamo esercitare un certo controllo, a differenza della genetica. L’LDL proviene da alimenti ricchi di grassi saturi, tra cui latticini, carni rosse e cibi fritti o grassi trans, presenti in molti dolci e prodotti da forno.  L’esercizio fisico aiuta a bruciarle e le diete ricche di fibre e grassi sani, come gli acidi grassi omega-3 presenti nei pesci grassi, possono aiutare a mantenere il colesterolo e i trigliceridi assorbiti nel flusso sanguigno. E alcuni studi suggeriscono che è possibile saltare la cena di pesce e basta prendere capsule di olio di pesce per ottenere questi benefici.

L’American Heart Association (AHA) non approva un approccio o-o, ma suggerisce piuttosto che farmaci come statine e prescrizioni o supplementi di olio di pesce possono essere utili in aggiunta alla dieta e ai cambiamenti dello stile di vita per coloro il cui colesterolo rimane alto. La maggior parte degli studi ha dimostrato che l’olio di pesce è utile per abbassare i trigliceridi, ma non tanto per l’LDL. Vascepa è uno dei due farmaci contro l’acido omega-3 prescritti dalla FDA.

Per alcune persone, l’olio di pesce può effettivamente aumentare i livelli di LDL anche se può ridurre i trigliceridi. Amarin vanta che il suo farmaco può ridurre i trigliceridi di un terzo, senza toccare i livelli di LDL. Tutti i partecipanti allo studio stavano già assumendo statine, il farmaco più comunemente prescritto per aiutare a controllare i livelli di colesterolo. Ma solo a metà di loro è stato dato anche Vascepa. Secondo Amarin quelli che hanno ricevuto entrambi i farmaci hanno il 25% in meno di probabilità di avere un infarto, ictus o altri importanti problemi cardiovascilari, essere ricoverati in ospedale o morire di questi problemi.

Tuttavia, questo è il numero di informazioni che l’azienda sta offrendo in questo momento, prima della presentazione ufficiale dello studio alla riunione dell’AHA di novembre. E questo solleva più domande che spera per il dottor David Brown, un cardiologo dell’Università di Washington, St. Louis. “Non sono sicuro del motivo per cui è stato rilasciato in anticipo, non ci sono ragioni scientifiche per farlo”. A prescindere dalle intenzioni di Amarin, il suo valore azionario è più che quadruplicato in breve tempo.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post