Come dimagrire con le albicocche: la dieta estiva del colore, -3 k in 5 giorni

Le albicocche da sempre sono considerati dei frutti alleati della bellezza e dell’abbronzatura oltre che un ottimo rimedio per dimagrire. Vediamo come utilizzarle per rimetterci in forma.

Diete delle albicocche -3 kg in 5 giorni
Diete delle albicocche (Foto di artoxana da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Con l’arrivo delle belle giornate e l’innalzamento delle temperature, nei mercati rionali e dal fruttivendolo sotto casa sono moltissime le varietà di frutta e verdura tra cui poter scegliere.

Tra queste anche le immancabili albicocche che colorano con il loro arancio marcato le tavole di tutta Italia, amate da grandi e piccini. Una porzione di albicocche (3-4) corrisponde a 150 grammi pari a 65-70 calorie complessive.

Questo perchè contengono l’86% d’acqua, il 6,5 da zuccheri e il 2% da fibre, valori ottimali in chi vuole tenere l’indice glicemico basso e anche il livello di glucosio nel sangue, indicate quindi in chi vuole adottare un regime alimentare ipocalorico.

Le albicocche oltre ad essere buone e ipocaloriche sono ricche di vitamine come A, C e di betacarotene (indispensabile per intensificare l’abbronzatura in estate).

Mangiarne 3-4 come indicato coprirebbe addirittura il fabbisogno di vitamina A e di sali minerali della giornata, ottenendo capelli più lucenti ed unghie più sane.

Inoltre in questi piccoli frutti vi troviamo anche molti sali minerali, come calcio, ferro, potassio, sodio e fosforo. Importantissimo quest’ultimo da integrare dopo sporto o attività lavorativa intensa, oppure in chi soffre di ritenzione idrica ed accumulo di liquidi in eccesso all’interno dei tessuti.

Non possiamo però neppure scordarci la loro funzione antiossidante che contrasta la presenza e l’azione dei radicali liberi aiutando l’organismo a rimanere giovane e tonico. Quindi sono a tutti gli effetti un ottimo rimedio per rimettersi in forma e perdere peso velocemente.

Dieta delle albicocche: vediamo uno esempio di menù giornaliero

Alla luce di questi valori possiamo affermare con una quasi totale certezza che le albicocche non fanno ingrassare, anzi sono un frutto estivo buono e ipocalorico, fondamentale soprattutto per chi vuole dimagrire.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

albicocche ricetta tiramisù ciliegie
Albicocche (Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Ciò non vale però ad esempio però per le albicocche sciroppate e quelle secche che hanno subito un processo produttivo molto diverso a contatto con lo zucchero.

Quelle sciroppate sono immerse nello sciroppo, tanto che la quantità di zuccheri semplici è decisamente maggiore alla fine della lavorazione. Le calorie complessive sono le stesse ma aumenta il quantitativo di carboidrati (zuccheri) che arrivano al 96,03% per 100 grammi.

Le albicocche secche non hanno aggiunta di zuccheri ma sono private della loro quantità di acqua e gli zuccheri naturalmente presenti sono quindi maggiormente concentrati (ricordate che si parla di 200 kcal per 100 grammi!).

Esempio di menù giornaliero con le albicocche

  • Colazione: Frullato di 3 albicocche con 100 ml di latte oppure una tazza di tè verde ed una ciotola di 3-4 albicocche
  • Merenda mattina: uno yogurt magro con 2 albicocche
  • Pranzo: Un’insalata mista con 60 g di pollo, condita con olio extra vergine d’oliva e poco sale. 3 albicocche
  • Merenda pomeriggio: Una tazza di tè e una macedonia di frutta a scelta mista ad albicocche
  • Cena: Una porzione di pesce arrostito con un piatto di verdure grigliate e condite con poco olio e limone. 3 albicocche

Questo tipo di alimentazione (con circa 1200 calorie complessive), arricchita anche da movimento e buona idratazione, prolungata fino a 5 giorni può portare a perdere fino a 3 chili.

dimagrire velocemente
Bilancia (foto da AdobeStock di adrian_ilie825

Per ogni altro piano alimentare dettagliato però consultate sempre un professionista, un nutrizionista in grado di potervi dare tutte le dritte del caso sulla base di specifiche analisi del sangue e accertamenti legati alle vostre funzionalità e lo stato di salute corrente.

Evitate inutili fai da te che potrebbero compromettere la regolare funzionalità interna o uno stato di salute già precario.