Come eliminare i pesticidi da frutta e verdura

Come eliminare i pesticidi da frutta e verdura

Frutta e verdura sono gli alimenti più sani e importanti della nostra catena alimentare, eppure i pesticidi rischiano di comprometterne la genuinità rendendoli pericolose per la salute. L’ideale sarebbe acquistare solo prodotti biologici, anche se hanno un costo leggermente più alto, ma anche in questo non è detto che possiamo sentirci del tutto sicuri e protetti. La soluzione è lavare al meglio frutta e verdura per eliminare residui poco salutari che potrebbero nuocere gravemente alla salute.

Vediamo insieme come fare.

La prima cosa da fare è sciacquare e risciacquare bene con acqua, fino a quando non si è sicuri di aver eliminato ogni possibile impurità. Si può addizionare del sale e in questo modo si può essere certi di aver eliminato almeno l’80% degli eventuali pesticidi presenti. Per una sicurezza ancora maggiore è possibile immergere frutta e verdura da lavare in acqua bollente e lasciarvela per qualche minuto, dopo di che risciacquare nuovamente.

Al posto del sale solitamente si usa il bicarbonato di sodio: basta aggiungere un cucchiaio di bicarbonato ad un litro di acqua e mettere a mollo la frutta e verdura che dovete consumare per una ventina di minuti, poi risciacquate fino a rimuovere ogni traccia di pesticidi. Se volete potete anche unire il succi di un limone: in una ciotola versate dell’acqua, un cucchiaio di succo di limone e due cucchiai di bicarbonato di sodio e immergervi la frutta e verdura. Lasciate gli alimenti a mollo per dieci minuti e infine risciacquate con abbondante acqua corrente.

Se non avete a disposizione il bicarbonato potete optare per l’aceto: mettete frutta e verdura da lavare in una ciotola contenette due parti di acqua e una di aceto, lasciate in ammollo per 30 minuti, dopo di che risciacquare con abbondante acqua corrente. Infine l’ultimo consiglio utile è di eliminare sempre la buccia della frutta prima di consumarla, dove si annidano la maggior parte dei pesticidi eventualmente presenti.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post