Come eliminare i parassiti intestinali in modo naturale, tutti i rimedi da conoscere

Sono più comuni di quanto si crede, non solo legati a mete turistiche esotiche. Se ti senti stanco e sempre di cattivo umore forse potrebbe trattarsi di parassiti intestinali assunti con il cibo.

Gastroenterite
Gastroenterite (Foto di Kat Jayne da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

L’estate porta la spensieratezza di andare in vacanza merito delle giornate più lunghe e assolate e le meritate ferie. Molti scelgono mete esotiche fuori dall’Italia ma spesso tornano con forti gastroenteriti, conosciute anche come “diarrea del viaggiatore”.

Queste sono alcune delle sintomatologie più diffuse (Rotavirus, ma anche Campylobacter, Shigella ed Escherichia coli) a causa di batteri patogeni con cui si viene in contatto proprio nelle località di villeggiatura o in luoghi spesso incontaminati dove però le condizioni igieniche non sono delle migliori.

Si accusa anche di contrarre il cosiddetto parassita intestinale che colpisce l’intestino causando problemi anche molto gravi a tutto l’apparato digerente e le viscere. Ma siamo proprio certi che questo si contragga solo all’estero? La verità è sconcertante, facciamo chiarezza.

Parassiti intestinali, cosa sono e come eliminarli naturalmente

I parassiti (o vermi intestinali) sono esseri pluricellulari con dimensioni molto ridotte che infestano l’intestino dell’uomo dove traggono il nutrimento necessario per sopravvivere e riprodursi portando infezioni gastro-intestinali.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Parassiti intestinali cause rimedi naturali
Parassiti intestinali (Foto @karlyrefegyhazmegye.ro)

Questi però possono essere contratti anche in Italia o in Europa, se si viene a contatto con una delle seguenti criticità:

  • Consumo di carni crude (o poco cotte) che possono essere contaminate
  • Acqua o uova contaminate dalle uova di vermi intestinali
  • Contatto con feci (o oggetti) ricoperte da uova di vermi intestinali

Quindi non solo se si viene a contatto con cibi o ambienti pochi igienici fuori confini nazionali. Il pericolo sanitario si trova ovunque, a casa nostra o nel locale dietro l’angolo a cui siamo sempre andati a mangiare la pizza.

La sintomatologia legata ai parassiti intestinali è molto diversa a seconda del tipo del verme, dello stadio di sviluppo del parassita nello stomaco e dalla carica parassitaria (vale a dire da quanti parassiti sono presenti all’interno dell’organismo).

A seconda di questo possono comparire sintomi come diarrea, dolori addominali, nausea, vomito, gas intestinale ma anche prurito anale e\o vaginale, eritema alla pelle, anemia e perdita del bambino se in gravidanza.

Se si pensa di poter essere venuti a contatto con dei cibi o luoghi contaminati, la prima cosa è quella di contattare il medico di base che vi prescriverà tutti gli esami del caso. Solo l’esame culturale delle feci però può dare la conferma ufficiale.

Dopodiché si procede con una cura farmacologica mirata e una dieta alimentare specifica al caso. Da preferire su tutti alcuni alimenti che grazie alla loro carica antibatterica e antimicotica naturale possono aiutare la guarigione.

  • Aglio e cipolla consumati crudi con proprietà antinfiammatorie ed analgesiche
  • Limone con proprietà antinfiammatorie
  • Chiodi di garofano (cha grazie all’acido oleanico possiede proprietà analgesiche)
  • Origano con proprietà vermifughe
  • Genziana con una forte azione antinfiammatoria.
Aglio e stracci vecchi rimedio naturale anti zanzare
Aglio e stracci vecchi (Foto di Alex Manzanares AdobeStock)

Reintegrare anche con sali minerali, calcio, sodio, potassio, fondamentali per il funzionamento dell’organismo oltre a bere moltissima acqua.