Come fare la pasta frolla senza burro: l’ingrediente che lo sostituisce

Come fare la pasta frolla senza burro: l’ingrediente che lo sostituisce

LA PREPARAZIONE
di Marco

Come fare la pasta frolla senza burro: ottima ricetta per chi è intollerante al lattosio con un ingrediente sostitutivo

Pasta frolla senza burro
Come fare la pasta frolla senza burro

Chi l’ha detto che la pasta frolla va fatta soltanto con il burro? Beh, non è vero. Possiamo averne una validissima ed ottima alternativa utilizzando anche un ingrediente sostitutivo. Sapete come fare? In questo articolo ci concentreremo sulla preparazione di quest’ultima proprio nella versione senza burro. Otterrete una pasta friabile e leggerissima e, inoltre, il vostro dolce potrà essere mangiato anche da chi è intollerante al lattosio. Con la pasta frolla si può fare di tutto: dai biscotti alle torte, fino alle crostate. Per questo, la ricetta senza burro può essere davvero molto utile. Continuate la lettura.

Come fare la pasta frolla senza burro

Per fare la pasta frolla senza burro bisogna utilizzare un ingrediente sostitutivo che in questo caso è l’olio extravergine d’oliva. Un ingrediente sano e genuino che renderà la vostra frolla friabile ed allo stesso tempo leggerissima. Ma come fare?

Prendete un recipiente e sbatteteci dentro le uova con lo zucchero. Otterrete un composto spumoso. A questo punto, aggiungete la farina, il lievito in polvere, e l’olio a filo. Poco per volta, per intenderci. Mescolate ancora e nel mentre aggiungete anche la scorza grattugiata di limone. Verrà fuori un impasto liscio ed omogeneo. A questo punto, fatelo riposare in frigo per 30 minuti. Ma non dimenticate di ricoprirlo con della pellicola trasparente da cucina. Adesso, non vi resta che decidere cosa volete fare della vostra pasta sfoglia. Su un piano da lavoro stendetela aiutandovi con un mattarello e della farina in modo che non si attacchi. Utilizzate un bicchiere capovolto oppure delle formine per fare dei biscotti. Maneggiate la pasta frolla con cura perché altrimenti potrebbe rompersi. Se notate che mentre lo stendete continua ad attaccarsi al piano da lavoro, non abbiate paura ad aggiungere ancora un po’ di farina.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post