Come Pulire Le Vongole Ed Eliminare La Sabbia

Come Pulire Le Vongole Ed Eliminare La Sabbia
LA PREPARAZIONE

Arrivano le feste di Natale e gli spaghetti con le vongole saranno un piatto inevitabile in moltissime famiglie italiane. Per rendere questo piatto ancora più succulento e genuino è importante conoscere alcuni consigli utili per pulire questi piccoli molluschi nel migliore dei modi, al fine di eliminare quella fastidiosissima sabbia racchiusa tra le due valve.

shell-650090_1920

La prima regola fondamentale da osservare è di acquistare le vongole nella stessa giornata in cui dovrete cucinarle e assicurarvi che siano fresche. I molluschi in genere vanno consumati quanto prima onde evitare problemi di salute gravi.

Per pulire al meglio le vongole sciacquatele innanzitutto sotto l’acqua corrente e mettetele in una ciotola trasparente, meglio se di vetro, in modo da verificare se siano effettivamente pulite. Ricopritele di acqua e aggiungete un bel cucchiaio di sale. Smuovetele con una mano in modo da togliere la sabbia in eccesso e lasciate in ammollo per due ore in modo da farle spurgare.

Trascorse le due ore noterete che l’acqua è divenuta più sporca, quindi non resta che scolare l’acqua, mettere le vongole in un colapasta e risciacquarle sotto acqua corrente agitandole con le mani. Per accertarvi che siano davvero prive di sabbia rimettetele nella ciotola di vetro con acqua e verificate che questa resti pulita e limpida.

Se per vari motivi avete acquistato le vongole il giorno prima, dopo averle fatte spurgare per bene mettetele in un panno pulito, bagnato e strizzato, avvolgetele al suo interno e conservatele in frigorifero.

Per cuocerle nel migliore dei modi basterà preparare un soffritto di aglio, olio di oliva e peperoncino. Versatele nella padella quando l’olio sarà ben caldo e coprite con un coperchio. Fatele cuocere per pochi minuti e infine condite con del prezzemolo fresco tritato. Le vongole che resteranno chiuse buttatele, in quanto sono morte e non sono commestibili. Buon appetito a tutti!

 

 

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post