Come pulire la macchina del caffè a cialde. C’è un trucco: non lo fai mai

Quando si tratta di pulizie, il pensiero corre subito all’aceto: economico, facile da utilizzare, disinfetttante e soprattutto non inquina e non nuoce alla nostra salute ma si può utilizzare sempre e ovunque? Si può pulire la macchina del caffè?

pulire macchina caffe
Macchina del caffe (Foto di cihan yüce pexels)

Risolve tantissime situazioni di sporco: è molto efficace con il calcare riuscendo a scioglierlo anche dove detergenti non risolvono e soprattutto dove non dovrebbero essere utilizzati per evitare che tracce di agenti chimici finiscano nei cibi.

Il classico esempio è il calcare che si deposita sul filtro del rubinetto che utilizziamo per attingere l’acqua per uso alimentare. Il filtro non deve essere pulito con detersivi chimici per evitare che residui finiscano nell’acqua di cottura della pasta, ad esempio.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

L’aceto è la soluzione giusta per pulire la macchina del caffè?

Proprio nell’esempio del filtro del rubinetto, essendo metallico capita che nel corso del tempo si sbiadisca e si deteriori. Poco male perché lo sostituiamo velocemente e con pochi spiccioli. Il tipo più comune è facile trovarlo anche nei mercatini.

Il problema invece sorge perchè anche deteriorandosi, mancando la patina di protezione con cui è rivestito, può rilasciare componenti che non dovrebbero finire nei cibi. L’alternativa è sostituire il filtro appena il calcare lo ricopre. In questo modo, la spesa comincia ad essere più rilevante anche se si tratta di pochi euro.

 

pulire macchina caffe
Filtro rompigetto del rubinetto, coperto di calcare (Foto di Francesco Ravenda per CheCucino.it)

Montare e smontare frequentemente invece è più oneroso in termini di tempo, energie e impegno. Quindi esiste una soluzione diversa per alcune parti o dispositivi come la macchinetta del caffè?

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Non è Natale senza | La ricetta dell’arrosto più buono che tu abbia mangiato
  2. Antipasti di Natale da preparare in anticipo. Pronti in 10 minuti: mettiti subito ai fornelli
  3. Croccante di mandorle fatto in casa, ricetta golosa con appena 3 ingredienti

 

INDICAZIONI

La parte acida dell’aceto non è quindi consigliabile per metalli, gomma e alcune parti in plastica, come si evince da uno studio condotto dall’ American Cleaning Institute. Oltre a risultare corrosivo, nel caso della gomma, ad esempio, tende a indurirla facendole perdere quella elasticità che serve proprio nelle parti in cui è stata progettata.

La gomma dopo che si indurisce comincia a sbriciolarsi causando danni all’apparecchio in cui si trova, nel nostro caso alla macchinetta del caffè. Cosa bisogna utilizzare per evitare questi problemi?  In questi casi una soluzione con 180 grammi di acido citrico in un litro di acqua.

L’acido citrico si presenta come una polverina bianca, innocua in quanto non nuoce alla nostra salute. Spesso ne assumiamo una minima quantità quando consumiamo gli agrumi in cui è contenuto. Viene comunemente aggiunto in alcuni alimenti come le marmellate, per le sue proprietà di conservante naturale.

Per pulire la macchinetta del caffè è sufficiente svuotare la vaschetta dell’acqua e aggiungere la soluzione indicata prima. Procedere come se si dovesse preparare un caffè, senza inserire la cialda e buttando l’acqua prodotta. Ripeti questa operazione ogni 15 minuti fino ad esaurire tutta la soluzione.

 

come conservare caffè
Cialde di caffè (Canva)

APPROFONDIMENTI

Il tempo tra un caffè e l’altro, serve per dare il tempo alla soluzione di agire. A questo punto puoi scegliere tra l’aceto e la soluzione indicata a seconda degli oggetti da pulire.