Come riconoscere un cavolfiore buono al supermercato: attenzione a quello che scegli

Anche fare la spesa ormai sembra difficile. Per facilitarvi il compito, oggi vi consigliamo qualche trucchetto per riconoscere un cavolfiore buono al supermercato.

come riconoscere cavolfiore buono supermercato
Come riconoscere un cavolfiore buono al supermercato (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Risotto alla zucca con ingrediente segreto: trucco dei grandi per farlo cremosissimo
  2. Pollo e patate in padella, ci sono tanti trucchi che non conosci: ti spieghiamo come fare
  3. Biscotti morbidi cacao amaro e caffè: una vera tentazione per iniziare al meglio la giornata

Nemmeno il tempo di mettere piede al supermercato che siamo subissati da stimoli di ogni tipo: le migliori offerte da una parte, le promozioni dall’altra, le grandi marche che ci attirano, la lettura delle etichette e via discorrendo.

Fare la spesa ormai è diventato un atto molto più difficile di quello che può sembrare. Per questo motivo serve una guida che possa dare qualche consiglio per gli acquisti.

Per l’appunto oggi andiamo a vedere come riconoscere un cavolfiore buono al supermercato evitando di acquistarne uno con poco sapore.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Come riconoscere un cavolfiore buono al supermercato: attenzione a quello che scegli

Il primo fattore che va tenuto sotto occhio è il colore dell’ortaggio: esso infatti dovrà essere il più uniforme possibile e privo di macchie esterne.

cavolfiore
Il cavolfiore (Canva)

In secondo poi dovremmo guardare la consistenza del prodotto: un cavolfiore buono infatti si presenta molto compatto e con le cime ben chiuse. 

Un altro metodo riguarda invece le foglie. Esse infatti sono le prime a marcire e qualora il cavolfiore fosse privo di tale elemento significa che sono state rimosse dai venditori.

I gambi dell’ortaggio infine devono essere duri e non mollicci, se lo sono vuol dire che non sono freschi. Tastateli con le mani per effettuare un test valutativo.

I benefici del cavolfiore

Per quanto riguarda i benefici che questo cibo apporta al nostro corpo, innanzitutto possiamo dire che grazie alle fibre contenute migliora la digestione e cronicizza l’evacuazione delle feci.

In secondo luogo poi, essendo colmo di antiossidanti, rimanda il più possibile l’invecchiamento cellulare facendoci evitare la contrazione di patologie come Alzheimer, Parkinson e formazioni tumorali.

Contenendo pochissime calorie e favorendo di gran lunga il senso di sazietà, stiamo parlando di una verdura che può aiutarci immensamente a dimagrire durante i periodi di dieta.

perdere peso cavolfiore benefici dieta
Perdere peso corporeo (Canva)

Infine grazie alla considerevole presenza di colina, questo alimento migliora e fortifica il funzionamento del sistema nervoso e del metabolismo energetico. 

Dopo tutto quello che abbiamo detto, sembra impossibile non implementare questo ortaggio all’interno della propria dieta. Mangiarlo tra le due e le tre volte alla settimana ti migliora la vita in un batter d’occhio!