Come riconoscere una buona pizza napoletana: trucchi e consigli

Come riconoscere una buona pizza napoletana: trucchi e consigli

LA PREPARAZIONE
di Marco

Come riconoscere una buona pizza napoletana: piccoli segreti che vi aiuteranno a capire che cosa state mangiando

pizza napoletana
Come riconoscere una buona pizza napoletana

La pizza napoletana è sempre buona. Beh, su questo siamo tutti d’accordo. E’ patrimonio dell’Unesco, una prelibatezza tutta italiana ed in particolare partenopea. La storia dell’impasto col pomodoro la conosciamo tutti. Negli anni, però, ci sono state tantissime evoluzioni della pizza napoletana. Ogni piazzaiolo la fa a modo suo. Ognuno ha il suo metodo di lavorazione, di stesura, di cottura. Ma ci siamo mai chiesti come si fa a riconoscere una buona pizza napoletana da una che, invece, lascia un po’ a desiderare? Scopriamolo insieme.

Come riconoscere la vera pizza napoletana

La maggior parte del lavoro lo svolge l’impasto. Per essere buona, una pizza napoletana deve avere un impasto leggero. Non dev’essere croccante, assolutamente, e nemmeno troppo pesante. Per questo, possiamo accorgerci del fatto che sia una buona pizza già quando la osserviamo nel piatto. Se vediamo delle bolle sul cornicione, significa che all’interno c’è dell’aria e per questo, nella maggior parte dei casi, sarà un impasto leggero. Dev’essere, inoltre, sottile al centro. Per capire se abbiamo mangiato una buona pizza bisogna chiedersi, a fine pasto, se se ne ha voglia di un’altra. Se la risposta è sì, vorrà dire non solo che il palato ha gradito, ma anche che lo stomaco non è particolarmente pieno.

Molto importante per una buona pizza è anche la cottura che non deve superare i 60 secondi all’interno del forno. In caso contrario, l’acqua della mozzarella si asciugherebbe e l’impasto si brucerebbe. E’ importante dosare bene i tempi quando la pizza è in forno. Se a tavola arriva qualcosa che somiglia ad un biscotto, sappiatela: non è stata cotta bene. Fondamentali sono anche gli ingredienti, che devono essere sempre di prima qualità. Per assaporare la vera pizza napoletana, inoltre, è consigliabile la scelta di una margherita o marinara. Sono pizze semplici che fanno sentire la genuinità degli ingredienti a chi le assapora. Anche la lavorazione dell’impasto fa la differenza. Non tutti lo sanno, ma l’arte del pizzaiolo è molto difficile. Se vedete al lavoro un pizzaiolo che lavora molto l’impasto prima di infornarlo, allora sappiate che sta facendo uscire tutta l’aria dall’interno della vostra pizza e che il risultato non sarà eccellente. Il segreto è toccarla il meno possibile quando è sul banco da lavoro.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post