Come scegliere il melone giusto: i dettagli a cui prestare attenzione

Come scegliere il melone giusto: i dettagli a cui prestare attenzione

LA PREPARAZIONE
di Marco

Come scegliere il melone giusto al supermercato: i dettagli a cui bisogna assolutamente prestare attenzione per andare sul sicuro

melone scegliere
Come scegliere il melone giusto

Il melone è il frutto dell’estate: non è così? Insieme all’anguria, sono tra quelli più consumati soprattutto in spiaggia. L’anguria contiene tanta acqua, il melone un po’ meno. E’ ricco, però, di sali minerali e di tante proprietà benefiche per il nostro organismo. Diciamo che come spuntino, al mare, è veramente perfetto. Ce ne sono di tante varietà e molto cambia soprattutto in base alla stagione in cui si acquista. In estate, abbiamo quello con la buccia e rete, che all’interno è di color arancione. Insomma, quello è veramente squisito ed oggi vi vogliamo parlare di come riconoscere un buon melone quando si va al supermercato oppure al negozio ortofrutticolo sotto casa. Ci sono alcuni dettagli a cui bisogna assolutamente fare attenzione.

Come riconoscere un buon melone: il metodo infallibile

Non è così difficile riconoscere un buon melone tra i tanti che vi vengono proposti al supermercato. Ce ne sono anche di tante varietà ma è bene avere quell’occhio critico che vi può garantire la buona riuscita dell’acquisto. Anzi, a dire il vero, non c’è bisogno soltanto della vista, ma anche dell’udito e del tatto. Tra le varietà estive di melone si può scegliere senza dubbio il Retato, con la buccia a reticolo e dal sapore dolce. Poi ci sono il Cantalupo, il Galia che ha invece la buccia arancione e bianco all’interno. Cosa fare, dunque, per scegliere un buon melone? Allora, innanzitutto va controllata la consistenza e il profumo. Con la mano battete la buccia sulla superficie esterna e se avvertite un suono sordo, ecco, avete beccato il melone giusto. Se invece rimbomba e sentite delle vibrazioni che vanno dall’interno del melone all’esterno, beh, quello non è ancora al punto giusto di maturazione. Per quanto riguarda il profumo del frutto, bisogna sapere che non va ricercato quello più intenso perché vorrebbe dire che ha raggiunto un punto di maturazione troppo al di là delle aspettative.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post