Come smaltire il grasso addominale

Come smaltire il grasso addominale

Il grasso addominale consiste nella formazione di adipe all’interno della cavità addominale e distribuita tra gli organi interni e il tronco. Per eliminare il grasso (anche) a livello dell’addome occorre lavorare su due fattori principali: un’adeguata attività fisica e l’alimentazione.

Non è solo una questione di inestetismo, ma è sintomo di malesseri più gravi come il diabete, l’ipertensione, il colesterolo cattivo, cambiamenti ormonali, aterosclerosi. Solitamente è dovuto ad un cattivo stile di vita, ad una vita sedentaria, alla mancanza di movimento e attività fisica. Ma oltre a svolgere sport e seguire una dieta equilibrata, sarà necessario anche cambiare alcuni atteggiamenti.

Ad esempio prendete l’abitudine di camminare almeno 30 minuti al giorno a passo svelto, così da tenere ben sveglio il metabolismo. Inoltre evitate di assumere zuccheri raffinati (magari sostituendolo con il miele), bibite gassate o alcoliche, farinacei e cibi grassi. Importantissimo sarà bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Al mattino bisogna fare colazione entro un’ora dal risveglio, evitando di bere latte intero e optando per tè verde o tisane. I cereali integrali non dovrebbero mai mancare a tavola. Un’alimentazione ricca di cereali integrali cambia la risposta del glucosio e dell’insulina nell’organismo e accelera lo scioglimento dell’adipe.

Un altro consiglio ormai conclamato è quello di bere, appena svegli, un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente con la spremuta di mezzo limone. Gli sport maggiormente consigliati sono la corsa, il nuoto ed esercizi mirati sull’addome.

A pranzo e cena mangiate soprattutto frutta e verdura, evitando il più possibile carni rosse, insaccati, latticini e farinacei. Non fate pasti pesanti e consistenti prima di andare a dormire, invece mangia frutta o verdura. Se hai una grande voglia di dolci, sostituite con la frutta. Gli zuccheri della frutta vengono digeriti diversamente da quelli di alimenti raffinati come dolciumi e cibi trattati, che contengono calorie vuote.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post