Congelare la pasta fresca: il trucchetto per averla a lungo in cucina

0
30
congelare pasta, trucchetto

Congelare la pasta fresca: vi sveliamo il trucchetto per conservarla al meglio in frigo e per averla a lungo in cucina preservando sapore e consistenza

congelare pasta, trucchetto
Con questo trucchetto, sarà possibile congelare anche la pasta lunga, pronta all’uso, da tuffare direttamente in acqua bollente!

 

Che siano tagliatelle, maccheroncini, strozzapreti, gnocchi o un semplice panetto di farina ed acqua, fare la pasta fresca in casa dona immense soddisfazioni. Per chi adora prepararla da se evitando di comprarla direttamente al supermercato, congelarla e ritrovarsela pronta all’uso può essere una buona soluzione, ma affinché si possa ottenere un risultato perfetto, bisogna seguire qualche accorgimento. Oggi vi sveliamo un trucco infallibile e soprattutto efficace su come congelarla e ritrovarsela sempre al momento del bisogno. Siete curiosi? Scopriamo insieme come fare

 

LEGGI ANCHE: Come conservare gli gnocchi fatti in casa: 2 metodi facili e infallibili

Congelare la pasta fresca: il trucchetto facile ed efficace per evitare che si attacchi

Se sistemassimo la pasta ancora morbida e appena formata in sacchetti per poi riporla in frigo, al momento del bisogno troveremmo un ammasso informe che poi in cottura rischierebbe di non staccarsi creando un vero e proprio ‘mappazzone‘. Vediamo insieme i passaggi da seguire per ogni tipo di pasta

Per rimanere aggiornato su trucchi e consigli di cucina CLICCA QUI 

Pasta corta: se abbiamo preparato dei maccheroncini, delle trofie o degli gnocchetti semplici, il trucco principale è quello di disporli su una teglia con carta da forno, infarinarli leggermente distanziandoli di qualche millimetro l’uno dall’altro. Non occorre essere precisi, l’importante è che un formato di pasta non tocchi l’altro. Poniamo la teglia in freezer e lasciamo congelare circa 3/4 ore. Quando ogni chicco di pasta sarà duro e solidificato, procuriamoci dei sacchetti appositi per il gelo, infariniamoli ancora mescolandoli assieme e poi poniamoli all’interno dell’involucro. Possiamo scegliere la grammatura ideale per 2, 4 o 6 persone. Chiudiamo con un nodino o in contenitori ermetici. La pasta si conserverà per circa 6 mesi. Se avete preparato della pasta all’uovo, si conserverà invece per un massimo di 4 mesi.

Pasta lunga: se invece abbiamo preparato delle tagliatelle, spaghettoni, pappardelle o comunque un formato abbastanza lungo, poniamo ogni singolo filo di pasta su di una teglia rivestita con carta forno distanziandoli l’uno dall’altro e infarinandoli leggermente. Lasciamo in freezer per circa 1 ora e poi usciamo la pasta, noteremo che si sarà abbastanza solidificata ma sarà ancora possibile modellarla. Diamo ancora una spolverata di farina su ogni singolo spaghetto o tagliatella e  creiamo dei piccoli nidi con 5/6 fili ed attorcigliamoli su loro stessi e riponiamo in freezer altre 3 ore. Fatto ciò, possiamo riporre i nodi di pasta in sacchetti per il gelo oppure in contenitori con chiusura ermetica e si conserveranno circa 7 mesi. Se vi è la presenza dell’uovo si conserveranno per un massimo di 4 mesi. Possiamo anche congelare direttamente il panetto ancora non formato, avvolgendolo con pellicola per alimenti sistemandolo in un contenitore ermetico oppure in sacchetti sottovuoto.

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO INSTAGRAM