Conserva i semi di melone, puoi fare 1000 cose!

Considerati da tutti uno scarto, ma sono in realtà fonte di tantissime proprietà che non ti aspetti. Vediamo i vari usi dei semi del melone, frutto amatissimo di stagione.

Semi di melone 1000 usi alternativi
Semi di melone (Foto di Shutterbug75 da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il melone (all’anagrafe Cucumis melo) è una pianta annuale rampicante appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae. Che è anche la stessa di zucca e cocomero, frutti estivi per eccellenza.

La sia polpa è molto dolce, che ricorda il miele, le albicocche e i fiori di pesco, mentre al suo interno trovano spazio i semi commestibili, spesso scartati come sottoprodotti ma in realtà ricchi di nutrienti e di benefici.

Questi ultimi infatti non sono solo ricchissimi di proteine (dal 15 fino al 27% in base alla varietà, in particolare acido glutammico, arginina e triptofano) ma anche di amminoacidi essenziali e acidi fenolici, flavonoidi, tocoferolo, fitoestrogeni utilissimi per il benessere di fegato e intestino.

In aggiunta però migliorano anche la funzionalità intestinale e il sistema immunitario, mentre l’assunzione di arginina contenuta al loro interno stimola l’aumento della massa muscolare.

Tutto qui? No affatto, la lista continua. I semi del melone hanno moltissime altre proprietà benefiche.

Come si mangiano i semi di melone

Possiedono proprietà antinfiammatorie, antimutagene e antitumorale, nonché antibatteriche (date dall’acido vallico), mentre l’acido idrossibenzoico ha attività antifungine e antimicrobiche.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Torta fredda al melone ricetta estiva
Melone fresco a fette (Foto di Nitr AdobeStock)

I semi annoverano anche alte concentrazioni di flavonoidi come l’apigenina ed il resveratrolo responsabili dell’attività antiossidante, utile a combattere lo stress ossidativo.

Il loro massiccio effetto antiossidante è utile nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e di vari tipi di tumore (come quello del pancreas, tra i più temibili).

Come assumere i semi del melone? Innanzitutto è necessario pulirli con cura eliminando i filamenti in cui sono avvolti e lavandoli con acqua corrente.

Devono poi essere essiccati al sole per qualche giorno (basta un canovaccio asciutto sul balcone) e poi inseriti in barattoli ermetici ben sigillati.

Sono ottimi anche arrostiti su un padella per qualche minuto, quindi cosparsi di sale e inseriti sempre nei barattoli ermetici. Sono ottimi come snack oppure da aggiungere nell’insalata assieme magari a noci, semi di chia e di girasole per avere tutto l’apporto di vitamine e nutrienti di cui il fisico necessita.

Cibi probiotici: quali assumere
Intestino pigro (Foto Pixabay di AliciaHarper)

Come per tutta al frutta secca, non superate i 30 grammi al giorno, pari circa al quantitativo che può starvi in una mano aperta con il palmo ben allungato.