Coronavirus: il noma, ristorante 3 Stelle Michelin, ora farà hamburger

Coronavirus: il noma, ristorante 3 Stelle Michelin, ora farà hamburger

LA PREPARAZIONE
di Gastronauta Solitario

Il noma di Copenhagen in campo gastronomico è uno dei punti di riferimento a livello mondiale, con lo chef Renè Redzepi che lo ha reso tra i locali più esclusivi nei quali godersi un’autentica esperienza gastronomica. Ora il ristorante danese, a causa del Coronavirus, si convertirà al servizio di… hamburger.

Dal profilo Instagram del noma

Nell’ultima edizione del World’s 50 Best si è piazzato secondo, dietro al Mirazur di Mauro Colagreco che è stato eletto il miglior ristorante al mondo. Il noma quindi è tra i punti di riferimento in campo ristorativo per quanto riguarda la cucina gourmet, tanto da aver guadagnano le ambite tre Stelle Michelin.

Coronavirus: il noma diventa hamburgeria

Stelle e riconoscimenti vari che però a poco valgono di fronte all’emergenza che tutto il mondo, non solo quello della ristorazione, sta vivendo adesso. Dopo la chiusura forzata lo chef Redzepi ha deciso di “snaturare” il suo locale, convertendolo in un’hamburgeria. Il ristorante più innovativo del mondo che vende hamburger? È proprio questa la scelta che ha effettuato il noma per garantire una ripartenza quanto migliore, e veloce, possibile: passare dall’esperienza gastronomica al più venduto dei panini, accompagnato da un calice di vino. È stato lo stesso chef del noma ad annunciare sui propri social questa “conversione“, che sarà comunque temporanea, per dare possibilità a quanta più gente possibile di tornare a mangiare fuori. E al ristorante di riprendere in fretta l’attività. I prezzi? decisamente abbordabili: si mangia con una spesa tra i 23 e i 30 euro.
Una volta ritornati, per quanto possibile, ad una normalità quanto più possibile simile al pre-Covid, il noma tornerà a proporre la sua cucina fatta di sperimentazioni e innovazione. Per ora, però, chi può potrà godersi gli hamburger firmati Renè Redzepi in un ambiente informale e all’aperto, senza la necessità di prenotare.
Questo il messaggio integrale condiviso su Instagram dal ristorante: “Siamo incredibilmente felici di poter riaprire le porte del noma, ora che le restrizioni sono diminuite in Danimarca. In questo momento, siamo ansiosi di entrare in contatto con la nostra comunità e di celebrare l’estate nel modo migliore (e più sicuro) possibile. La nostra riapertura avverrà in due fasi. Un wine bar all’aperto: il primo passo è qualcosa di cui siamo molto entusiasti, perché è completamente nuovo per noi. Giovedì 21 maggio, alle 13:00, apriremo un wine bar all’aperto nei nostri splendidi giardini a Noma, con vista sul lago che condividiamo con i nostri vicini di Christiania. Vieni come sei, non ci sono prenotazioni, siamo aperti a tutti. Puoi fermarti per un bicchiere di vino, oppure puoi rimanere per altro, e se hai fame abbiamo due hamburger del menu: il cheeseburger noma e l’hamburger vegetariano noma. Entrambi sono succosi e pieni di umami, con un po’ di magia dalla nostra cantina di fermentazione, serviti su un panino di patate appena sfornato, sviluppato dai nostri amici di Gasoline Grill. L’enoteca sarà aperta da giovedì a domenica, dalle 13:00 alle 21:00, senza prenotazione. I preordini per 10 o più hamburger sono accettati entro e non oltre le ore 10.00 del giorno, tramite [email protected].”

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post