Cosa mangiare contro il gonfiore addominale: un esempio di menù estivo

Spesso, quando si soffre di disturbi come il gonfiore si tende ad eliminare interi gruppi alimentari con la convinzione che questo atteggiamento sia salutare e porti benefici. La realtà però è ben altra…

Gonfiore addominale esempio menù settimanale
Gonfiore addominale (Foto @lolnews.it)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Per gonfiore addominale si intende una situazione acuta di tensione localizzata nella zona del basso ventre oppure dello stomaco spesso causata dall’accumulo di troppi gas all’interno dell’intestino. Si divide in fisiologico o patologico.

Di solito il primo si trasforma in patologico nel momento in cui diventa cronico, e quindi necessita di intervento medico e profilassi mirata per cercare di contenere la malattia (così diventa nel caso in cui i soli rimedi casalinghi non riescano più a contenere i suoi effetti).

Sono varie la cause scatenanti che portano ad avere il gonfiore addominale, come stress e ansia, stile di vita troppo sedentario, alimentazione poco attenta, il fumo, voracità nel deglutire.

Forse una delle cause più gravi da tenere a regime, oltre all’ansia, è proprio la dieta alimentare che spesso non tiene conto dei dettami della dieta mediterranea (abbuffandosi senza freni) oppure di specifiche esigenze digestive personali (come allergie o intolleranze).

Molte volte però – si tende a fare anche l’esatto contrario –  e quando si presenta il problema si tende ad eliminare interi gruppi alimentari con la convinzione che questo atteggiamento porti a porti benefici effettivi.

In realtà non è affatto così, vediamo subito il perchè.

Esempio di menù settimanale anti-gonfiore

Questa pratica è controproducente in quanto avere una dieta monotona e ripetitiva non aiuta lo stomaco a riconoscere quanti più alimenti possibili nel modo giusto.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Le porzioni e le frequenze degli alimenti: come bilanciare la dieta giornaliera e settimanale
Frigo pieno (Foto di mohamed Hassan da Pixabay)

L’apporto (quantità) di calorie di una corretta alimentazione deve essere equilibrata e suddivida in base alla frequenza di assunzione giornaliere e settimanale.

Quando si ha lo stomaco gonfio occorre pertanto:

  • Consumare la giusta quantità di fibre, di alimenti probiotici e prebiotici come frutta fresca di stagione, yogurt, kefir, verdura di stagione, cereali integrali;
  • Praticare regolare attività fisica;
  • Bere acqua (almeno 2 litri) magari aromatizzandola a proprio piacere; ⁣
  • Abbinare i cibi correttamente, senza eliminazioni drastiche.

Vediamo ora un esempio di menù settimanale che potrebbe essere d’aiuto alle persone che soffrono di questa patologia.

LUNEDI’

  • Colazione: 3 fette biscottate integrali con confettura di ciliegie e cocco rapè + 1 tazza di kefir
  • Pranzo: Insalata con sgombro, mais, pomodori Datterino e cetrioli
  • Cena: Petto di tacchino con radicchio alla griglia e pane di segale

MARTEDI’

MERCOLEDI’

  • Colazione: Bowl alla ciliegie e yogurt greco
  • Pranzo: Pasta integrale con pomodorini gialli e ricotta di capra
  • Cena: Calamari al forno con finocchi tagliati al coltello e conditi con limone e spezie

GIOVEDI’

  • Colazione: Overnight porridge con fragole, banane e mandorle
  • Pranzo: Orzo perlato con pomodorini, mozzarella senza lattosio e basilico fresco
  • Cena: Friselle con fagioli cannellini schiacciati con la forchetta, pomodorini secchi, cipolla di Tropea Igp e basilico

VENERDI’

  • Colazione: Gallette di mais con burro di arachidi e marmellata di albicocche
  • Pranzo: Bulgur con bresaola, ricola e pomodorini
  • Cena: Insalata con 2 uova sode, valeriana, mela, carote

SABATO

DOMENICA

Spasmi e gonfiore zucchero abbassa difese immunitarie 5 ore
Spasmi e gonfiore addominale (Foto di Aldeca Productions AdobeStock)

In ogni caso se il problema persiste, cercate sempre si chiedere consiglio al vostro medico di base oppure rivolgervi ad un nutrizionista che saprà darvi tutte le indicazioni del caso e indirizzarvi verso un percorso alimentare personalizzato studiato sulle vostre esigenze.