Cosa mangiare per eliminare i disturbi del sonno

Cosa mangiare per eliminare i disturbi del sonno

LA PREPARAZIONE
di Marco

Per eliminare i disturbi del sonno puoi aiutarti leggendo cosa mangiare: ci sono degli alimenti che fanno proprio al caso tuo

Cosa mangiare sonno
Cosa mangiare per eliminare i disturbi del sonno

La quarantena dovuta all’emergenza Coronavirus, il cambio dell’ora, la noia costante durante tutta la giornata… insomma, di sera è sempre più difficile dormire. E’ capitato anche a voi di restare svegli, ore ed ore, a fissare un punto a caso del soffitto oppure la tv che parla da sola? Beh, allora vuol dire che avete bisogno di un piccolo aiuto. Un aiuto che arriva direttamente da Assolatte, che attraverso una nota, ha indicato quali sono gli alimenti da prediligere per il benessere psicologico di questi giorni così complicati. Insomma, a quanto pare, ci sono delle sostanze che proprio non possono mancare nella nostra dieta in questo momento così delicato. Vediamo a cosa si fa riferimento in particolare.

Cosa mangiare per eliminare i disturbi del sonno

La buona alimentazione è sempre stata alla base del benessere sia fisico che psicologico di una persona. Ma ci sono dei momenti – come questo che stiamo vivendo a causa dell’emergenza Coronavirus – in cui diventa davvero fondamentale.

Come dicevamo, Assolatte ci fa sapere che è bene assumere almeno 250 milligrammi al giorno di triptofano. Vi starete chiedendo: di cosa si tratta? Null’altro che un amminoacido conciliatore del sonno che riesce ad attivare la serotonina attraverso il corpo produce calma e serenità. Per questo motivo, è consigliato mangiare: patate, formaggi freschi e stagionati, cioccolato fondente, cereali, pesce azzurro, radicchio e banane.

Altri sono, invece, gli alimenti che riducono l’insonnia da stress: l’elemento fondamentale è il calcio che favorisce il riposo. Si possono consumare, dunque, 2 o 3 porzioni al giorno di latte o yogurt, che devono essere accompagnate ad un regolare consumo di di formaggi, freschi o stagionati, pesce azzurro, crostacei, molluschi, rucola e mandorle.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post