Cosa succede al nostro corpo se mangiamo pasta a cena

Cosa succede al nostro corpo se mangiamo pasta a cena

LA PREPARAZIONE
di Marco

Cosa succede al nostro corpo se mangiamo pasta a cena? Lo spiega dettagliatamente uno studioso e, a quanto pare, ci sono diverse cose da sapere

piatto di pasta
Cosa succede se mangiamo pasta a cena?

Ne abbiamo sentite tante sulla pasta che va mangiata prevalentemente a pranzo, anziché a cena. Ebbene, tutto dipende. Dipende dalle condizioni di salute di un individuo, dal suo girovita, dal peso e dalla vita che conduce (se fa attività fisica oppure passa molto tempo sul divano). Ecco, tutte queste varianti incidono fortemente sulla scelta dei cibi da consumare a pranzo, a cena, ma anche a colazione. Gli esperti hanno le idee molto chiare sull’argomento. Tuttavia, negli ultimi tempi se ne parla davvero tanto: la pasta, di sera, non fa male. Anzi, pare proprio che possa portare diversi benefici.

Pasta a cena? Cosa succede al nostro corpo

I giornalisti di Donna Moderna hanno chiesto il parere a tal riguardo ad Antonio Moschetta, studioso di metabolismo e nutrigenomica, professore ordinario di Medicina interna all’Università di Bari e autore di un libro da non perdere, Il tuo metabolismo. Il professore fa sapere che effetto ha la pasta se viene mangiata di sera, prima di andare a letto. “È più facile da digerire di una bistecca. Questo perché le sue proteine richiedono un tempo di digestione più lungo degli amidi. Ed è vero anche che favorisce la sintesi della serotonina, ormone del buonumore e del relax, e della melatonina, essenziale per dormire bene. Questo stato di calma inibisce anche il rilascio degli ormoni dello stress, una delle cause dell’aumento di peso”. Il professore, inoltre, tiene a precisare che il consumo di pasta a cena può far bene al nostro corpo se siamo in salute, se non abbiamo patologie legate all’obesità. Il condimento, anche quello è importantissimo. Bisogna restare leggeri e non esagerare. Se si seguono queste direttive, allora, la pasta ci può accompagnare verso sonni tranquilli e rigeneranti.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post