Decreto Aiuti bis, taglio dell’Iva sulla spesa: quali prodotti costeranno meno?

Quali sono gli sconti previsti del nuovo Decreto Aiuti bis? Dal taglio dell’Iva al bonus bollette, forse una boccata d’ossigeno per molti consumatori.

Decreto Aiuti bis, taglio dell'Iva sulla spesa: quali prodotti costeranno meno?
Senato al lavoro (Foto @zazoom.it)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Probabilmente se il nostro esecutivo e il Governo Draghi non fosse caduto, il Decreto Aiuti bis sarebbe stato pronto entro luglio, ma visti gli ultimi sviluppi con buona probabilità slitterà tutto di qualche settimana.

Le misure più corpose riguardano il taglio dell’Iva sui prodotti alimentari che finora sono stati quelli più tartassati a causa prima del Covid e ora della guerra in atto in Ucraina e che hanno fatto rimbalzare l’inflazione a livelli mai visti prima.

Il Governo italiano, spinto dai continui appelli di sindacati e consumatori, ha deciso di fare un passo avanti e venire incontro alle esigenze quotidiane di chi fatica a sbarcare il lunario e fare la spesa con regolarità.

La proposta di abbassare l’Iva su questi beni è arrivata dal ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta. Questo ha confermato ieri di essere al lavoro con il Mef per cercare di concretizzarla in vista del prossimo decreto di fine luglio o al massimo nella prossima legge di bilancio.

Vediamo quindi nel dettaglio in cosa consisterò la nuova manovra economica e quali prodotti beneficeranno dei tagli sull’Iva.

Decreto anti-inflazione, taglio Iva sulla spesa: ecco come funziona

L’idea del ministro arriva a seguito del cambio della direttiva europea sulle aliquote Iva avvenuta lo scorso aprile e che permette, a tutti i Paesi Europei, di modificare le disposizioni interne.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Taglio dell'Iva sulla spesa, sorpresa per i consumatori nel dl aiuti
Pagamento con carta di credito (Foto di flyerwerk da Pixabay)

Grazie a questi poteri di “esenzione con diritto a detrazione”, ogni Paese può decidere arrivare ad azzerare l’imposta sul valore aggiunto applicata ad alcuni prodotti su larga scala.

Si sa già che ci potrebbero essere ribassi dell’Iva al 5 o 10% su moltissimi gli alimentari essenziali come la farina, l’olio di semi e la pasta di semola o grano duro.

Senza dimenticare l’erogazione dell’acqua, i farmaci, gli apparecchi medici ed i servizi di trasporto che al momento hanno prezzi a dir poco improponibili per le tasche di molti.

Secondo l’Uffico studi di Confagricoltura tutto ciò porterebbe a una frenata dei rincari con un risparmio medio per le famiglie di 198 euro al mese.

Come spiegato dalla vice ministra all’Economia Laura Castelli, l’intervento sull’Iva seguirà due indirizzi diversi.

Il primo prevede l’azzeramento dell’imposta sul valore aggiunto per quei prodotti alimentari necessari. Il secondo intervento invece porterà ad un taglio dell’Iva dal 10 al 5% per prodotti come carne e pesce.

Il Decreto, una volta attuato, porterà quindi nel Paese aiuti per 14 miliardi di euro, con beneficio su prodotti di prima necessità come pane, pasta, carne e pesce, e molto altro.

Come riporta il Messaggero, “attualmente l’Iva su pane, pasta e olio è al 4%: azzerarla costerebbe, 253 milioni per il pane, 76 milioni per la pasta e 141 milioni per l’olio d’oliva“.

Ridurre la stagflazione invece su carne, pesce e derivati porterebbe ad un abbassamento dell’Iva dal 10% al 5% che in soldoni effettivi costerebbe 319 milioni per la carne bovina, 318 milioni per il pollo, 250 milioni per il pesce e 90 milioni per le uova.

Ricapitolando quindi, l’azzeramento dell’Iva riguarderebbe:

  • pane
  • pasta
  • olio d’oliva
  • farina
  • patate

Mentre il taglio dell’Iva dal 10% al 5% riguarda:

  • carne bovina, di vitello e di pollo
  • salumi, sia da banco che confezionati
  • pesce fresco
  • uova
  • cioccolato
  • gelati.
Decreto Aiuti bis, taglio dell'Iva sulla spesa: quali prodotti costeranno meno?
Frutta e verdura fresca (Pinterest)

Non resta quindi che attendere l’approvazione del Decreto con gli aiuti per le famiglie che ogni giorno che passa in questa estate nera sono sempre più soffocate dai rincari e le spese a cui è difficile far fronte.