Demenza e Alzheimer: la migliore dieta per prevenire la malattia

Demenza e Alzheimer: la migliore dieta per prevenire la malattia

di Ivana Tramontano

La demenza è una malattia devastante che colpisce moltissime persone soprattutto di una certa età. Tuttavia, esiste una dieta che può aiutare a prevenire lo sviluppo della condizione.

L’ Alzheimer’s Society afferma che una dieta in stile mediterraneo può ridurre il rischio di sviluppare problemi con la memoria e il pensiero e riduce il rischio di contrarre alcune forme di demenza . Cinque tipi comuni di demenza – un termine generico usato per descrivere una serie di condizioni progressive che colpiscono il cervello – sono: morbo di Alzheimer, demenza vascolare, demenza con corpi di Lewy, demenza frontotemporale e demenza mista.

La dieta mediterranea – influenzata dai paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, tra cui Francia, Grecia, Italia e Spagna – è ricca di frutta, verdura, legumi e cereali, con un consumo moderato di pesce azzurro e latticini. Il menù della salute comprende anche grassi insaturi sani, come l’olio d’oliva. La Alzheimer’s Society conferma che le prove scientifiche mostrano che una dieta ricca di frutta, verdura e cereali – e povera di carne rossa e zucchero – potrebbe aiutare a ridurre i rischi di demenza.

I ricercatori affermano che alti livelli di antiossidanti derivati dall’elevato apporto di frutta e verdura possono aiutare a proteggere da alcuni dei danni alle cellule cerebrali associati all’Alzheimer. E precisano che gli alti livelli di antiossidanti aumentano “i livelli di proteine ​​nel cervello che proteggono le cellule cerebrali dai danni”.

La dieta sana ed equilibrata è collegata anche a livelli più bassi di colesterolo, che recenti ricerche hanno suggerito potrebbero essere associate a problemi di memoria e di pensiero. L’Alzheimer’s Society raccomanda di mangiare determinati alimenti, fare esercizio fisico regolare, non fumare e mantenere i livelli normali di pressione sanguigna e colesterolo per aiutare a ridurre il rischio di soffrire della malattia.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post