Depressione postpartum, attenzione al dolore dopo il parto

Depressione postpartum, attenzione al dolore dopo il parto

Secondo una nuova ricerca il dolore persistente dopo il parto può predire la depressione postpartum, anche se il travaglio e il parto di una donna non sono particolarmente dolorosi.

Secondo una nuova ricerca il dolore persistente dopo il parto può predire la depressione postpartum, anche se il travaglio e il parto di una donna non sono particolarmente dolorosi. I medici hanno a lungo osservato che il dolore legato al parto era legato alla depressione in seguito, ma non era in procinto di specificare quale periodo di dolore era più strettamente associato alla condizione di salute mentale potenzialmente debilitante.

I ricercatori della Harvard Medical School e di Brigham and Women’s Hospital hanno scoperto che è il periodo post-nascita che richiede particolare attenzione. Essi consigliano ai medici di assicurarsi che le donne non vengano mandate a casa a patire per proteggere la loro salute fisica e mentale. Circa una donna su nove negli Stati Uniti soffre di depressione postpartum.

I sintomi del disturbo possono manifestarsi in qualsiasi momento nel primo anno di vita di un neonato e possono durare settimane o addirittura mesi. In qualche modo, la depressione postpartum assomiglia ad altre forme del disturbo dell’umore, con sintomi come profonda tristezza generale e stanchezza, ma può anche causare alle donne di sentirsi violente nei loro confronti e verso i loro neonati.

Il disturbo può interferire con la capacità di una donna e di suo figlio di legarsi, portando a risultati di salute peggiori per entrambi.   La depressione postpartum è in parte causata dai drammatici cambiamenti ormonali che le donne subiscono durante e dopo la gravidanza, ma ciò è aggravato dalle montagne russe emotive e dall’esaurimento di prendersi cura di un nuovo bambino.

Inoltre, i medici ritengono che altri fattori, compresa la quantità di dolore fisico in cui si trova una donna, contribuiscano o meno a sviluppare una depressione postpartum.  Complicazioni come lacrimazione o ferite lasciate da un taglio cesareo hanno un impatto maggiore del previsto. Fino ad ora si pensava che solo il dolore durante il parto fosse legato alla condizione, ma ora sembra che il fattore dominante sia il dolore che le nuove madri soffrono quando escono dalla sala parto.

Il professor Jie Zhou, assistente dello studio di Brigham and Women’s Hospital e della Harvard Medical School di Boston, ha dichiarato: “Per molti anni ci siamo preoccupati di come gestire il dolore del travaglio. Ma il dolore da recupero dopo il travaglio e il parto spesso viene trascurato. “La nostra ricerca suggerisce che dobbiamo concentrarci maggiormente sull’aiutare le neo mamme a gestire il dolore dopo la nascita del bambino”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post