Detenuto svizzero vegano costretto a mangiare carne: succede qualcosa di incredibile

La Svizzera è stata accusata di non aver fornito un’adeguata dieta vegana ad un detenuto e a un paziente rinchiuso in un ospedale psichiatrico. Interviene la Corte europea dei diritti umani.

Detenuto svizzero vegano costretto a mangiare carne: succede qualcosa di incredibile
Carcere (Pinterest)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Oggi 1° novembre si celebra in tutto il mondo il World Vegan Day, stile di vita etico che prevede il rispetto assoluto delle materie prime, allontanando dalla propria dieta ogni alimenti di origine animale.

Si festeggia uno stile di vita vegano che implica una maggiore sostenibilità a tutto tondo, dal food all’abbigliamento, dai trasporti fino a tutte quelle pratiche quotidiane che includono l’alimentazione, la scelta del riciclo controllato, eccetera.

Quindi la notizia che arriva dalla Svizzera giunge proprio a fagiolo rispetto la ricorrenza appena citata. Arriva infatti direttamente dalle pagine de La Stampa, la comunicazione secondo qui non avrebbe rispettato il credo alimentare e le idee di suoi due detenuti.

Il primo è un 28enne attivista per i diritti degli animali è stato infatti arrestato nel novembre 2018 per aver compiuto una serie di aggressioni a strutture pubbliche (irruzioni in mattatoi, negozi di macelleria e ristoranti svizzeri) per protestare contro il massacro degli animali.

Il secondo invece un ex paziente di un ospedale psichiatrico. Entrambi, infatti, avrebbero sporto denuncia alla Magistratura in quanto non sarebbe stata fornita loro un’alimentazione completamente vegana durante i rispettivi ricoveri.

Cosa rischia ora la Svizzera? Interviene la Corte Europea dei diritti umani

La Corte di Strasburgo ha chiesto a Berna di rispondere all’accusa di aver “violazione di libertà di pensiero, coscienza e religione” dei due soggeti interessati al provvedimento carcerario.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Detenuto svizzero vegano costretto a mangiare carne: succede qualcosa di incredibile
Corte europea dei diritti umani di Strasburgo (Foto dal web)

Il Paese quindi ha violato in maniera irresponsabile la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali firmata a Roma il 4 novembre 1950.

Nello specifico l’articolo 10 che recita:

Ogni persona ha diritto alla libertà di pensierodi coscienza e di religione. Tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, così come la libertà di manifestare la propria religione o il proprio credo individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l’insegnamento, le pratiche e l’osservanza dei riti.

Al momento non è stata ancora convocata nessuna udienza in primo appello, si dovranno attendere i tempi giudiziari imposti dalla Corte per avere un responso su quando accaduto.

ricetta vegana cotoletta
Dieta vegana (Canva)

Ricordiamo ce questa ideologia al veganismo non si sta imponendo solo fuori dai confini nazionali.

Secondo l’ultimo rapporto Eurispes 2020 il 2,4% della popolazione italiana ha eliminato tutti i derivati animali dalla propria tavola, e di questo le motivazioni salutistiche (21,3%) e quelle animaliste (20,7%) sono da traino nella scelta della dieta vegana.