Devi smettere assolutamente di gettarlo nel lavandino: è incredibilmente dannoso!

Devi smettere assolutamente di gettarlo nel lavandino: è incredibilmente dannoso!

LA PREPARAZIONE
di Francesca Simonelli

Devi smettere assolutamente di gettarlo nel lavandino: è incredibilmente dannoso, ecco di cosa si tratta e come bisogna smaltirlo in modo semplice ed ecologico, i dettagli. 

Vietato gettarlo nel lavandino
Smetti assolutamente di gettarlo nel lavandino: è incredibilmente dannoso, ecco di cosa stiamo parlando e come va smaltito in modo corretto ed ecologico

Capita spesso, quando si fanno le pulizie in cucina, di gettare alcuni liquidi nel lavandino. Spesso, infatti, vengono svuotate lì le bottiglie d’acqua o le bibite quasi finite, o magari si butta lì il brodo avanzato, o lo yogurt scaduto, e molti altri alimenti che, secondo noi, possono essere smaltiti in questo modo. In molte case, anche l’olio della frittura viene gettato nel lavandino dopo essere stato utilizzato per la cottura. Ma questo gesto è completamente sbagliato! L’olio, infatti, non andrebbe assolutamente gettato nei tubi del lavandino, perché è inquinante e nocivo. E allora scopriamo insieme come si smaltisce questo alimento in modo sano ed ecologico.

LEGGI ANCHE —> “I trucchi per riconoscere l’olio evo di qualità”, parla l’esperto del Gambero Rosso

Devi smettere assolutamente di gettarlo nel lavandino, perché è dannoso: ecco come si smaltisce l’olio utilizzato per la frittura

L’olio esausto di frittura, ovvero l’olio avanzato in padella dopo aver fritto un alimento, non va mai gettato nel lavandino! Molti fanno questo gesto in modo automatico, ma non sanno di creare un enorme danno all’ambiente. L’olio esausto, infatti, se finisce nelle tubature dell’acqua, rende quest’ultima non potabile, perché ne impedisce l’ossigenazione. Non è tutto però, perché l’olio inquina anche l’acqua del mare, formando una patina che non permette il passaggio dei raggi solari e dunque danneggia gli esseri viventi che stanno sotto il livello dell’acqua. Stesso discorso per i terreni, dove l’olio esausto non permette alle radici delle piante di nutrirsi di acqua. Insomma, i danni che questo alimento compie all’ambiente, e dunque alla salute dell’uomo, sono davvero incalcolabili. Per questo motivo è fondamentale che, dopo aver fritto un qualunque alimento, l’olio esausto venga raccolto, dopo essersi raffreddato, in una o più bottiglie di plastica o di latta e che venga poi portato in un’Isola ecologica, dove verrà smaltito in modo naturale e non dannoso per l’ambiente. Anche i supermercati e i distributori di benzina talvolta raccolgono l’olio esausto, che in alcuni casi può essere anche riciclato.

LEGGI ANCHE —> Raccolta differenziata: sicuri di sapere dove vanno i cartoni sporchi della pizza?

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post