Diabete di tipo 2, questo farmaco tiene a bada la glicemia (e fa perdere peso)

Se non curata può portare anche alla morte precoce, soprattutto quella di tipo 2, anche la più diffusa al mondo. Da qualche mese però, sembra ci sia una novità in campo medico decisamente emozionante, vediamola subito.

diabete bocca segnale
Stop al diabete (kikkerdirk da Adobe Stock Photo)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Gli ultimi dati nazionali sul diabete in Italia sono quelli Istat pubblicati nel 2016 (si attendono quelli del 2022) e svelano che sono circa 3,2 milioni le persone che dichiarano di essere affette da questa malattia.

Questo dato corrisponde a circa il 5,3% dell’intera popolazione, di cui il 16,5% sono soggetti con più di 65 anni. Sembra che rispetto al 1980 la situazione sia nettamente peggiorata, si parla quasi di un raddoppio dei casi segnalati.

Il diabete è una sindrome in cui il livello della glicemia nel sangue è troppo alto. Una situazione che richiede un’adeguata cura farmacologica e controlli contanti ma che deve essere anche seguita con un’adeguata dieta alimentare quotidiana.

Per questo serve massima attenzione ed uno stile di vita attivo che prediliga il rispetto della dieta mediterranea in cui vi è una grande abbondanza di grassi insaturi, carni magre, cereali integrali, frutta e verdura e pesce azzurro.

Per chi vuole approfondire l’argomento ne abbiamo parlato nell’articolo “Dieta per chi soffre di diabete: cosa mangiare, schema settimanale e cibi da evitare“.

Se non curata può portare anche alla morte precoce, soprattutto quella di tipo 2, anche la più diffusa al mondo. Da qualche mese però, sembra ci sia una novità in campo medico decisamente emozionante, vediamola subito.

Diabete di tipo 2, tutto sul tirzepatide

Il diabete può essere causato da vari fattori, può essere gestazionale, ereditario, causato da troppo stress o depressione, da una vita sedentaria, fumo, pressione sanguigna alta, obesità, oppure l’etnia (in particolare quelle ispaniche e latine, native americane).

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Glicemia alimento fa salire alle stelle
Misurare la glicemia (Foto di Piman per AdobeStock)

Mentre tra i sintomi più comuni e frequenti che dovrebbero farci allarmare o perlomeno scattare qualche sospetto:

  • Aumento della sete (e della minzione)
  • Aumento della fame
  • Stanchezza cronica diffusa
  • Vista offuscata
  • Perdita di peso inspiegabile
  • Formicolio e intorpidimento a piedi e mani
  • Difficoltà a guarire dalle ferite, sanguinamento costante
  • Ulcere all’avampiede e sotto l’alluce.

Per chi soffre di questa malattia la soluzione è solo quella farmacologica. Finora l’unica opzione possibile è stata quella dell’insulina da prendere ciclicamente e ad orari prestabiliti durante la giornata.

Ora però da maggio scorso è stato approvato dalla Food and Drug Administration un nuovo farmaco per il trattamento del diabete di tipo 2, ovvero il tirzepatide.

Questo infatti, dopo attenti studi, si è dimostrato prezioso nel diminuire più rapidamente il livello di glicemia nel sangue e anche il peso corporeo accumulato con l’alimentazione (il tutto molto più velocemente rispetto ad altri tipi di farmaci per il diabete).

Negli adulti che assumevano dosi di tirzepatide, invece dell’insulina, sono stati raggiunti livelli normali di glicemia in quattro settimane e hanno anche perso peso in 12 settimane anziché 24.

Questo perchè il tirzepatide imita due ormoni naturali che rilasciano insulina e sopprimono l’appetito in un’unica iniezione.

diabete glicemia integratori
Diabete (Nataliya Vaitkevich da Pexels)

Al momento il farmaco è stato solo approvato ma speriamo che entro breve tempo possa essere immesso sul mercato per poter dare una migliore possibilità di vita alle persone affette da diabete di tipo 2.