Diabete tipo2: meglio lo zucchero o il dolcificante?

Diabete tipo2: meglio lo zucchero o il dolcificante?

I diabetici di tipo 2 sono invitati a ridurre la quantità di zucchero che consumano. Ma è giusto sostituire lo zucchero con il dolcificante?

Può sembrare ragionevole sostituire lo zucchero con il dolcificante, ma i dolcificanti artificiali si sono dimostrati alquanto controversi. Quindi i diabetici dovrebbero scambiare lo zucchero con il dolcificante? Il diabete di tipo 2 è una condizione in cui il livello di zucchero nel sangue è troppo alto. Può essere pericoloso in quanto può portare a complicazioni a cuore, nervi, reni, occhi e piedi. Un modo ovvio per migliorare i livelli di zucchero nel sangue è quello di ridurre la quantità di zucchero che si consuma. I dolcificanti artificiali sono prodotti che sono stati creati in sostituzione dello zucchero, in quanto possono addolcire alimenti e bevande senza contenere effettivamente zucchero.

Ma questo in realtà non significa che gli edulcoranti siano sani, poiché anch’essi appaiono controversi quando si tratta di benefici per la salute. I dolcificanti artificiali, come l’aspartame o la saccarina, hanno lo stesso sapore dolce dello zucchero, ma contengono meno calorie e carboidrati, secondo il dott. Zenon Andreou, GP di Zava.

Ciò significa che, oltre a impedire che lo zucchero venga assorbito nel sangue, è meno probabile che aumenti di peso se si scelgono i dolcificanti rispetto allo zucchero. Questo è importante per le persone con diabete di tipo 2 in quanto il sovrappeso aumenta il rischio di complicanze.

“Il principale elemento positivo dei dolcificanti non nutritivi è che consentono ai diabetici di gustare alcuni dei loro cibi preferiti senza aumentare i loro livelli di zucchero nel sangue, poiché passano attraverso il corpo con assorbimento minimo”, ha detto il dott. Zenon.

Il dott. Zenon avverte, tuttavia, che non tutti i dolcificanti sono privi di calorie e che non hanno altri benefici per la salute. Inoltre, la ricerca ha anche suggerito che le persone che consumano regolarmente dolcificanti non nutritivi possono iniziare a trovare alimenti non dietetici sgradevoli.

“Questo comporta il rischio che i diabetici possano allontanarsi dagli alimenti nutrienti, compresi frutta, verdura e legumi, che li aiutano a mantenere una dieta sana e il livello di glucosio, a favore di snack e cibi dolci”. Quindi le persone con diabete di tipo 2 dovrebbero scambiare lo zucchero con il dolcificante? Lo zucchero è un carboidrato e quindi influenza direttamente i livelli di zucchero nel sangue. I dolcificanti non nutritivi possono fornire ai diabetici un’alternativa a basso contenuto calorico per aggiungere un tocco di dolcezza”, ha detto il dott. Zenon. Ma guai ad abusarne. In caso di diabete meglio un caffè amaro… Col tempo ci si abitua!

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post