Dieta Atkins: funziona? i principi e le varie fasi per approcciarsi a questo programma

Dieta Atkins: fa dimagrire? Ecco i principi e le varie fasi di questa dieta iperproteica che promette di far perdere fino a 6 kg al mese.

dieta atkins
foto Pixabay

La Dieta Atkins prende il nome dal medico americano che la ideò e i suoi principi sono opposti a quelli della dieta mediterranea.

Questo approccio nutrizionale si basa sull’eliminazione dei carboidrati, o comunque sul consumo di alimenti che ne contengono molto pochi.

L’alto consumo di proteine provoca il rilascio di colecistochinina che rende sazi e della produzione di testosterone che aumenta la massa muscolare a patto che si faccia anche un’intensa attività fisica, e questo porta a una notevole perdita di peso.

Dieta Atkins, ecco come funziona

Vediamo quindi come funziona la Dieta Atkins e se vale davvero la pena provarla.

Questa dieta iperproteica è suddivisa in quattro fasi, e ricorda un pò un’altra dieta che mira a demonizzare i carboidrati: la dieta chetogenica.

dieta atkins
foto pixabay

La prima fase è chiamata induzione, dura un minimo di 2 settimane e in questa fase si devono eliminare tutti i carboidrati complessi e anche alcuni tipi di frutta e verdura, dando invece al via libera di alimenti proteici a basso indice glicemico come ad esempio carne, formaggi, uova e solo alcuni tipi di verdure.

Nella seconda fase detta di continuazione, vengono reinseriti alcuni tipi di frutta e verdura, e gradualmente ogni settimana, si aggiungeranno 5 gr di zuccheri in più fino ad arrivare a uno stop nella nostra perdita di peso. Dopodichè si suggerisce di togliere 5 gr di zucchero fino a calare nuovamente e continuare così fino a che mancheranno 5 chili al nostro peso forma.

Potrebbe interessarti anche -> Salsicce con la verza in padella, un piatto che vi scalderà il cuore

Nella terza fase di pre- mantenimento, viene aumentato ancora il livello di zuccheri, con frutta e yogurt, fino ad arrivare al vero e proprio mantenimento, che è la fase quattro e dura per sempre.

Qui nel vero e proprio mantenimento si possono reintrodurre gli zuccheri più complessi come pasta e pane, ma senza superare il limite personale entro il quale si è capito che si ingrassa. Questo si capirà durante il nostro percorso e per ogni persona sarà diverso. In ogni caso si tratterà comunque di poche quantità da suddividere durante la settimana.

La dieta Atkins, sebbene riduca di molto il peso corporeo, porta a degli squilibri, dovuti al grande consumo di proteine. La mancanza di frutta e cereali infatti, provoca forti carenze di vitamine, fibre e sali minerali che dovranno essere introdotti come integratori.

Potrebbe interessarti anche -> Richiami alimentari della settimana: cosa vi siete persi dal 2 al 9 ottobre