Dieta, il caldo fa ingrassare! Come correre ai ripari con l’alimentazione

Sembra un controsenso ma effettivamente l’estate non è il periodo migliore per perdere peso, lo dice la scienza medica che spiega anche come possiamo fare ad aiutarci a stare meglio e più in forma. 

Dieta in estate
Dieta in estate (Foto di soup studio AdobeStock)

LE RICETTE PIU’ LETTE DI OGGI:

Effettivamente sembra un controsenso perchè molti pensano che l’estate sia il momento migliore per perdere peso eppure invece è tutta un’altra musica.

Sono davvero poche per persone che riescono davvero a buttare via i chili di troppo con il caldo, questo nonostante il caldo afoso, il sudore prodotto e l’alimentazione più regolare a base di frutta e verdura dissetante.

Questo perchè è una stagione in cui tutti sono più rilassati dal lavoro, i ritmi sonno-veglia sono modificati e di conseguenza anche quelli della digestione che avviene ad orari molto diversi rispetto all’inverno.

Tutto questo, associato anche a sgarri alimentari non indifferenti legati ad aperitivi con gli amici, alcool e poco sport causa caldo intenso e palestre chiuse, porta a mettere su peso e a sentirsi gonfi e fuori forma.

Come fare per correre ai ripari? La scienza è chiara, occorre fare attenzione a partire dalla tavola, anche in estate!

Il caldo influisce sul nostro metabolismo, ecco cosa mangiare per restare in forma in estate

Non solo il caldo e le abitudine sballate influiscono sul nostro peso forma magari costruito con impegno in primavera. La scienza medica e nutrizionale spiega che tra i fattori più rilevanti si mette di mezzo anche l’ipotalamo.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

bere acqua troppo fredda estate
Bere acqua in estate (Foto di Jacob Lund AdobeStock)

Questa è una ghiandola primaria che unita all’ipofisi regola l’attività delle ghiandole endocrine del corpo, come tiroide, surreni e pancreas endocrino.

Con l’innalzamento delle temperature, l’ipotalamo fa diminuire il metabolismo basale, causando di conseguenza un abbassamento della produzione di calorie“. Spiega il dottor Giorgio Calabrese intervistato da Il Messaggero.

Per questo il nostro metabolismo con il caldo “subisce un forte rallentamento e tutto ciò che si mangia, soprattutto i carboidrati, vengono trasformati in grasso“.

Cosa fare quindi? Attività fisica aerobica leggera anche in estate (come camminate all’aperto e giri in bicicletta) e un’alimentazione oltremodo controllata che non deve essere incentrata solo sugli eccessi.

Calabresi consiglia di limitare il fritto e l’alcool non più di una volta la settimana ma sempre senza eccessi. Consumare sempre 5 pasti al giorno evitando lunghi periodi di digiuno che possono aumentare la bile intestinale e quindi portare a forti picchi glicemici.

Sempre meglio fare spuntini leggeri a base di frutta e verdura, senza scordarsi di introdurre i legumi, pesce azzurro, proteine magre e carboidrati semplici.

Addio invece a carboidrati complessi come zuccheri, l’alcool già citato e il fumo che non conciliano il metabolismo e rallentano il momento dell’addormentamento serale.

Dolci, fritto e alcool come dicevamo sono da limitare una sera a settimana per non incidere troppo sul fisico che altrimenti nel lungo periodo potrebbe risentirne dal punti di vista gastrico.

ghiaccioli tropicali fragole ricetta
Succo di frutta tropicale (foto di pilipphoto ad AdobeStock)

Bere inoltre almeno due litri (che vanno ad aumentare fino a 4 in base al consumo) di acqua al giorno, anche aromatizzata con frutta di stagione per appagare il palato e consentire una migliore idratazione durante tutta la giornata.