La dieta chetogenica è tutt’altro che salutare: parola agli esperti

La dieta chetogenica, che negli ultimi anni sta spopolando, è finita per la terza volta consecutiva all’ultima posto nella classifica delle diete dimagranti dall’Us News and Report. Scopriamo secondo il parere degli esperti perché è così poco salutare.

dieta chetogenica salutare esperti
Dimagrire con la dieta (Andres Ayrton da Pexels)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Biscotti salati al formaggio più buoni che mai. Con questa ricetta sorprenderai tutti
  2. Salame al cioccolato, ricetta di Cracco. Il tocco dello chef che nessuno si aspettava
  3. Risotto dello stalliere, il piatto della primavera con solo 3 ingredienti. Possono farlo tutti

Partiamo dal principio: cosa si intende quando si parla di dieta chetogenica? Con questi due termini si indica un processo dimagrante che spinge il corpo alla “chetosi”, ovvero il bruciare i grassi poiché non ci sono carboidrati disponibili nell’organismo.

Proprio per questo motivo, questa dieta riduce a un numero quasi simile a zero le quantità di carboidrati da ingerire nel corso della giornata. Per fare un paragone si potranno mangiare carboidrati pari a quelli contenuti in meno di una metà di una mela.

I rischi che ne possono derivare sono parecchi ed è proprio perciò che i massimi esperti hanno posizionato la dieta chetogenica all’ultimo posto in una classifica di cure dimagranti stilata dall’Us News and Report.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Dieta chetogenica, perché è poco salutare: parola agli esperti

Se da una parte vengono ridotti al minimo i carboidrati, dall’altra parte vengono aumentati in grandi dosi sia i grassi che le proteine.

I massimi esperti di settore sostengono che questo processo dimagrante possa andare bene per bambini con epilessia o individui affetti da diabete, non di certo per le persone con uno stato salutare nella norma.

dieta chetogenica diabete
Dieta chetogenica e diabete (Tumisu da Pixabay)

Sul discorso poi è intervenuto anche David Katz, direttore e fondatore dello Yale University Prevention Research Centre. Egli spiega “Mangiare meno di 20 grammi di carboidrati al giorno, come consiglia la dieta, è malsano e insostenibile”.

Infatti il corpo con il passare del tempo, può abituarsi alla chetosi, facendo avvertire al soggetto interessato vertigini, nausea, mal di testa e di stomaco, poca energia e sbalzi d’umore.

Come evidenziato dai dietisti dell’Ingalls Memorial di Chicago poi, questo percorso dimagrante può portare a disturbi più gravi come stitichezza, pressione sanguigna bassa, calcoli renali e un aumento consistente della probabilità di sviluppare malattie a livello cardiaco.

Perché è così tanto seguita se risulta tutt’altro che salutare?

La domanda in questione trova una semplicissima risposta: illudendo le persone di poter perdere alte quantità di peso in pochissimo tempo, non si fa mai riferimento ai rischi ed i pericoli a lungo termine.

La gente dunque non si concentra sulla possibilità di sviluppo di malattie cardiache o sull’insorgenza di pressione sanguigna bassa bensì unicamente su quel numeretto che scende sulla bilancia.

Bilancia digitale per pesarsi (mojzagrebinfo da Pixabay)

In conclusione anche i migliori esperti di settore e nutrizionisti escludono questo dieta poiché “Alla fine non è realistica né sostenibile“.

Il consiglio che vi forniamo è lo stesso che raccomandano anche i nutrizionisti, ovvero “Fai le tue ricerche, discuti con il tuo medico e assicurati di essere al sicuro”.