Dieta per chi soffre di diabete: cosa mangiare, schema settimanale e cibi da evitare

Le persone affette da diabete devono assumere alcuni principi nutritivi essenziali tramite il cibo, facciamo chiarezza su questa malattia sempre più diffusa. 

Diabete dieta alimentare da seguire dettagli
Diabete (Foto di PhotoMIX Company da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

In Italia secondo i dati Istat del 2016 sono circa 3,2 milioni le persone che dichiarano di essere affette da diabete. Un dato pari al 5,3% dell’intera popolazione e un 16,5% fra le persone di 65 anni e oltre).

Sembra che rispetto al 1980 la situazione sia nettamente peggiorata, si parla quasi di un raddoppio dei casi segnalati.

Il diabete consiste in un livello troppo alto della glicemia, ovvero i livelli di zucchero nel sangue. Una situazione che richiede un’adeguata cura farmacologica e controlli contanti ma che deve essere anche seguita con un’adeguata dieta alimentare quotidiana.

Vediamo cosa può mangiare oppure deve evitare assolutamente una persona affetta da diabete.

Alimenti in e out per chi soffre di diabete: facciamo chiarezza

Il XXIII Congresso Nazionale SIEDP 2021, ovvero Società Italiana Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica, si terrà dal 10 al 13 novembre prossimo, e anche stavolta uno degli argomenti principali che sarà discusso verterà sulla dieta alimentare più corretta per le persone affette da diabete mellito di tipo 1 e 2.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Diabete dieta alimentare da seguire dettagli
Sintomi del diabetico (Foto di Nataliya Vaitkevich da Pexels)

La dieta in questi casi è una vera terapia da associare a quella farmacologica perchè introduce dei micro e macro elementi indispensabili per la salute umana.

I diabetici dovrebbero preferire una dieta mediterranea a tutto tondo con grande abbondanza di grassi insaturi, carni magre, cereali integrali, frutta e verdura e pesce azzurro.

La SIEDP consiglia ai malati di consumare le canoniche 5 porzioni al giorno tra ortaggi e frutta alternando molto i colori e a seconda della stagionalità. Mangiare almeno 3 volte a settimana i legumi (lenticchie, ceci, piselli, fagioli, ecc), non dimenticare mai la porzione quotidiana di pane integrale e pasta.

Come già accennato vanno preferite le carni bianche, e il pesce azzurro da includere nel pacchetto settimanale almeno 4 volte. Non bisogna eliminare il latte scremato e lo yogurt magro, come anche i formaggi magri e i latticini (3 volte a settimana), uova 2 volte a settimana. Acqua in abbondanza da assumere anche tramite decotti e risane soprattutto nel periodo invernale.

Evitare invece le fritture, i grassi saturi quali burro, margarina, olio di semi e i grassi idrogenati, gli zuccheri raffinati presenti in crackers, biscotti, merendine e gelati, alcolici e caffè. Da ridurre anche il consumo delle tipologie di frutta molto ricche in zuccheri come le banane, albicocche, fichi, uva, datteri e frutta essiccata.

Un esempio di menù giornaliero potrebbe essere il seguente:

GIORNO 1

Prima colazione: frullato di frutta fresca con latte vegetale e 2 fette biscottate integrali
Spuntini: yogurt magro o vegetale
Pranzo: 80 g riso integrale con lenticchie e verdure di stagione (150 g)
Cena: 100 g minestrone e 150 g pesce alla piastra accompagnato da un’insalata (150 g) più 1 fetta di pane integrale

GIORNO 2

Colazione: un frutto, una fetta di pane integrale, un tè o un infuso
Spuntino: yogurt più 1 frutto di stagione
Pranzo: 80 g orzo condito con verdure e insalata (150 g) con olio extravergine di oliva
Cena: 2 uova con verdure di stagione (150 g) più pane integrale (2 fette)

Diabete dieta alimentare da seguire dettagli
Dieta mediterranea (Pixabay)

Il consiglio è sempre quello di richiedere il supporto di un nutrizionista in questa fase di definizione della dieta alimentare per evitare di incorrere in spiacevoli sbagli che potrebbero aumentare gli effetti nocivi della malattia.