Dieta gonfiore e stitichezza: cosa mangiare una volta a settimana

Dieta gonfiore e stitichezza: cosa mangiare una volta a settimana

LA PREPARAZIONE
di Marco

La dieta perfetta per il gonfiore e la stitichezza: da seguire una volta a settimana, risultato garantito

Dieta gonfiore stitichezza
Dieta gonfiore stitichezza: cosa mangiare

Vi sentite appesantiti e avvertite un senso di gonfiore? Se a questo si aggiunge la stitichezza, un rimedio esiste. Certo, per andare sul sicuro è sempre necessario contattare il proprio medico curante oppure un nutrizionista. Tuttavia, ci sono alcuni consigli per chi avverte questa pesantezza soprattutto in questi giorni in cui, a causa dell’emergenza Coronavirus, si è costretti a stare in casa. Con questa serie di accorgimenti, ci si potrà sentire subito meglio. Basterà seguire alla lettera le indicazioni per un solo giorno a settimana. Cosa bisogna mangiare? Ve lo spieghiamo subito, continuate a leggere.

Dieta gonfiore stitichezza: cosa mangiare?

Potremo sentirci meglio mediante l’assunzione di cibi sani e naturali. Preferibilmente, con un buon apporto di vitamine, fibre integrali e sali minerali. In particolare, si può scegliere l’orzo, il riso rosso ed il tonno fresco. Il primo consigliato per la colazione. Gli altri due invece vanno benissimo per pranzo o a cena. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio di cosa abbiamo bisogno.

  • COLAZIONE – Possiamo consigliare una tazza d’orzo accompagnato da due fette di pane integrale, preferibilmente tostato. Ci si può spalmare sopra anche un po’ di marmellata, senza esagerare, che ci darà le giuste energie per affrontare la giornata.
  • SPUNTINO – Potrete scegliere una carota o una mela e magari della frutta fresca di stagione.
  • PRANZO –  Una bella insalata di radicchio rosso, pomodorini e mais. Sarà un piatto tutto vegetariano, altamente benefico per il nostro organismo.
  • MERENDA – Ancora frutta, di quella non dovete stancarvi mai.
  • CENA – Pinzimonio di verdure crude: si può scegliere tra sedano, carote e finocchio, da condire con poco olio evo e del succo di limone. Va bene anche del tonno senz’olio, al naturale.

Come specifichiamo sempre, ogni organismo è diverso dall’altro e pertanto non ci sono valori universali per diete e regimi alimentari. Pertanto, è bene sempre consultare un medico o un nutrizionista per essere più sicuri.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post