La dieta di Laura Pausini: il menù settimanale della cantante per essere al top

La cantante ha rivelato anni fa il suo segreto per perdere peso dopo la gravidanza, scopriamo come si comporta a tavola. Tutto possono seguire il suo regime alimentare!

Laura Pausini Dieta S.D.M.
Laura Pausini (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Laura Pausini vanta 3,9 milioni di follower solo su Instagram anche se la sua popolarità a livello mondiale è sconfinata, soprattutto dopo aver vinto un disco di inediti dopo la recente vittoria ai Golden Globe per la miglior canzone originale «Io sì».

Sul palco è agile e scattante, portatrice di un fascino magnetico irresistibile soprattutto dopo la remise en forme che ha ottenuto dopo la gravidanza della figlia Paola nel 2013.

Come ha fatto Laura Pausini a tornare in forma dopo il parto? La cantante emiliana, da sempre un po’ burrosa nelle sue forme, ha seguito un regime alimentare noto come “Dieta S.D.M.” Scopriamone assieme i dettagli.

Laura Pausini: qual è la sua dieta?

La romagnola ha spiegato che il suo peso si è sempre aggirato intorno ai 70 kg e che non le dispiaceva avere delle forme morbide.

Il motivo della dieta è stato piuttosto un modo per imparare a mangiare bene, cosa che prima non avveniva, e prendersi cura così di sé e dare un esempio ottimale alla figlia piccola.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Laura Pausini Official (@laurapausini) 

La dieta S.D.M. è conosciuta anche come “dieta Blackburn” che si contraddistingue per un bassissimo contenuto calorico e di glucidi.

Non si tratta però di una dieta con caratteristiche iperproteiche, infatti il peso dell’individuo è la chiave per stabilire i giusti nutrienti da assumere senza compromettere la salute dei reni.

Laura è stata seguita nel suo percorso dal dottor Nicola Sorrentino, il dietologo dei vip, che le ha prescritto allenamento e dieta sviluppata in tre fasi:

Quella di dimagrimento da seguire alla lettera, la fase di transizione, contraddistinta dal reinserimento progressivo degli alimenti, e quella di mantenimento che la vede impegnata ancora oggi.

Il regime prevedeva di non superare le 1400 Kcal al giorno, con la conseguente perdita di circa mezzo chilo a settimana (ben -30 in kg persi dopo il parto).

Colazione molto varia a base di pane abbrustolito con della marmellata oppure delle proteine magre come tacchino o uova.

Pasta o cerali a pranzo poco conditi, a cena 150 grammi di pesce, carne bianca oppure due uova, tanta verdura preferibilmente cruda, due spuntini al giorno a base di yogurt e frutta (anche secca) per smorzare la fame.

Il dottor Sorrentino ha spiegato che non è però riuscito a vietare a Laura i tortellini e il sushi che lei ama, ha invitato però la cantante a limitare salse e ragù per non compromettere il bilanciamento delle kcal totali.