“Dieta? No, digiuno intermittente”: come si fa, come funziona

“Dieta? No, digiuno intermittente”: come si fa, come funziona

LA PREPARAZIONE
di Marco

“Dieta? No, digiuno intermittente”: come si fa, come funziona, è un metodo efficace? Cerchiamo di fare chiarezza sull’argomento

Dieta? No, digiuno intermittente
Dieta? No, ecco il digiuno intermittente

Dieta? No, digiuno intermittente. Sì, avete capito bene. E’ una delle ultime tendenze che sta spopolando tra i consigli e i trucchi per dimagrire in modo semplice, naturale e senza rischi. A tal proposito, comunque sia, consigliamo di contattare un nutrizionista o il proprio medico prima di prendere qualsiasi tipo di iniziativa. Ogni organismo è diverso dall’altro e pertanto bisogna fare molta attenzione all’alimentazione. Tuttavia, cerchiamo di capire qualcosa in più sul digiuno intermittente. Come funziona? Fa bene? In cosa consiste praticamente?

LEGGI ANCHE: Dieta dei surgelati: come dimagrire dopo l’estate

Digiuno intermittente: come si fa, come funziona

Ci sono vari metodi per seguire un digiuno intermittente. E sono tutti alla portata di tutti, su internet. Bisogna soltanto scegliere quali sono i momenti in cui mangiare e non cosa mangiare. Una differenza sostanziale dalla solita dieta, non trovate? In effetti, con il digiuno intermittente si può mangiare ciò che si vuole, solo che con delle limitazioni legate agli orari. Ecco alcuni esempi:

  • Metodo 16/8: devi semplicemente dividere la giornata in due parti, 8 ore in cui puoi mangiare e 16 in cui non devi toccare nulla. Niente colazione appena svegli: bisogna prolungare il digiuno notturno fino all’ora di pranzo e poi continuare a mangiare al massimo fino alle 20.00
  • Metodo 5:2: Puoi mangiare a gironi alterni. O meglio: per 2 giorni alla settimana si assimilano al massimo 500/600 calorie. Particolare molto importanti: i due giorni di digiuno non sono consecutivi.
  • Eat Stop Eat: un metodo che si ripete per due settimane consecutive e consiste nell’alternare un giorno in cui si mangia ad uno in cui si digiuna.

E’ certamente più facile che seguire una dieta, sì, ma bisogna comunque fare molta attenzione alle ‘risposte’ del nostro organismo. Per cui, prima di iniziare qualsiasi ‘percorso’ bisogna consultare un medico o uno specialista.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post