Dieta Plank: il menù per perdere 9 chili in 2 settimane. Lo schema alimentare da seguire

La nuova dieta dell’estate raccomanda un regime alimentare bilanciato su base proteica, sempre più persone la stanno seguendo ma attenzione al fai da te.

Dieta Plank menù settimanale indicazioni
Proteine (Foto di RitaE da Pixabay)

Tempo di mare significa anche tempo di nuove diete sul mercato. La nuova moda 2021 è la dieta Plank, una strategia di dimagrimento iperproteica, repentina, che consente una grande perdita di peso in poche settimane.

Si può arrivare anche a 9 kg in un mese di regime serrato, ma attenzione a non gettarsi al solito fai da te, il consiglio è sempre quello di affidarsi a un nutrizionista competente che possa indirizzare verso un piano alimentare controllato ed evitare così il classico, e spiacevole, effetto yo-yo.

Cerchiamo di far luce su questo tipo di regime e capiamo quali sono i suoi pilastri scientifici.

Lo schema della dieta Plank da seguire: stop a carboidrati e fibre

Si tratta di un regime alimentare iperproteico quasi completamente privo di fibre e carboidrati che molto si avvicina alla famosa dieta Dukan anch’essa a base di uova, carne bianca e proteine che la facevano da padrone.

Dieta Plank menù settimanale indicazioni
Pollo (Foto di Jan Vašek da Pixabay)

Sembra si tratti di una dieta miracolosa che assicura la perdita di molto peso in un tempo ristretto proprio per via dell’eliminazione quasi totale di importanti macronutrienti.

Per il fatto che si tratta di un regime alimentare sbilanciato, l’importante è che non si prolunghi per oltre le due settimane consigliate, aspetto che ha già creato non poco allarmismo nei medici e nutrizionisti.

Niente alcool, fibre, zuccheri, grassi e carboidrati, la dieta Plank costringe l’organismo ad attivare esclusivamente il metabolismo proteico. Tutto ciò però porta però ad un sovraccarico eccessivo del fegato che proprio per questa ragione non può subire questo regime per un tempo troppo lungo.

Potrebbe interessarti –> Dieta salva estate: i cibi con meno di 50 kcal

Il menù settimanale è molto rigido e comprende una colazione a base di tè o caffè senza zucchero, fette biscottate, a pranzo e cena un piatto unico a base di carne, pesce, uova e verdure come carote, sedano e pomodori.

Potrebbe interessarti –> I cibi anti caldo: cosa magiare per non soffrire l’afa estiva

Molte persone che si sono cimentate in questa “prova di forza”, hanno accusato durante il periodo di dieta forti mal di testa e senso di debolezza costante. Per questo raccomandiamo sempre di chiedere aiuto a chi è davvero competente in materia.