Come pulire il frigo dopo l’estate con questo antico trucco, brillante in un attimo

La risposta non è univoca ma molto dipende dall’uso che ne facciamo e lo stato di sporcizia che si annida all’interno del frigo. Ecco i consigli dei biologi per una corretta igiene di questo ambiente.

Pulire il frigo ogni quanto operazione dettagli
Pulire il frigo (Foto @wiselancer.net)

LE RICETTE PIU’ LETTE DI OGGI:

Soprattutto in estate il frigo è una vera manna che permette di conservare gli alimenti freschi e a lungo ed evitare di buttare via il cibo rovinato dalle temperature elevate e l’umidità che ne accelerano la deperibilità nel tempo.

Si tratta di un elettrodomestico però tra i più utilizzati, non si spegne mai neppure in inverno, quindi resta attaccato alla corrente 365 giorni l’anno, 24 ore su 24.

Come tale quindi necessità di una cura maggiore da parte nostra rispetto ad altri elettrodomestici che invece usiamo saltuariamente come forno, phon, bollitore o microonde.

Come fare a pulirlo correttamente per mantenerlo sempre igienizzato e impeccabile, un luogo sicuro per gli alimenti che andiamo a conservare con tanta cura dopo la spesa?

Sentiamo i consigli dei biologi alimentari che spiegano come poter procedere al meglio senza incorrere in problematiche legate a contaminazione.

Frigo pulito e igienizzato sempre, come procedere correttamente

Se vi state chiedendo ogni quanto pulirlo la risposta sarà solo una: dipende! Dipende da quanto lo utilizzate e da come lo tenere in ordine nel corso dei mesi e le settimane.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

batterio salmonella effetti rischi
Il batterio della salmonella visto al microscopio (Kateryna_Kon da Adobe Stock Photo)

Generalmente si parla di una volta al mese (o ogni due) procedendo nel modo seguente per avere un’igiene impeccabile e non rischiare di inserire gli alimenti in una ambiente contaminato da batteri o agenti patogeni nocivi per la salute umana.

Sempre ipotizzando che frutta e verdura siano correttamente sanificate e lavate prima di essere inserite nei ripiani, il pesce abbattuto e la carne fresca e non più volte scongelata, procedete come segue.

La prima cosa da fare è pulire il frigo grossolanamente con dello Scottex eliminando briciole e sporcizia importante visibilmente presente.

Procedere poi con un detergente e poi un disinfettante, facendo pressione soprattutto nelle maniglie, fessure e sportelli piccoli dove si possono annidare agenti patogeni o batteri deleteri per la salute umana.

Quindi in ordine le operazioni da compiere sono le seguenti (facciamo un breve recap):

  • Scollegare il dispositivo dalla corrente
  • Estrarre tutti i prodotti e metterli in buste refrigerate per evitare che rilascino liquidi o si alzino di temperatura
  • Smontare tutti i ripiani interni
  • Pulire accuratamente l’interno del frigorifero, asciugarlo con attenzione usando dello Scottex
  • Lavare quindi i ripiani e i cestelli, asciugarli con Scottex o panno asciutto e rimetterli nel frigorifero
  • Ricollegare l’apparecchio alla corrente
  • Reinserire all’interno del frigo i vari prodotti.
Pulire il frigorifero
Pulire il frigorifero (foto da AdobeStock di Budmir Jevtic)

Ricordate sempre di svolgere questa operazione con regolarità in modo che il vostro frigo sia pulito e ordinato, e non la casa di batteri che poi consumiamo per osmosi o direttamente tramite il cibo presente nei vari scomparti.