Due litri di acqua al giorno: la scienza non è d’accordo

Due litri di acqua al giorno: la scienza non è d’accordo

Tutti sanno che gli umani hanno bisogno di acqua e non possiamo sopravvivere senza di essa.  Abbiamo tutti sentito che dovremmo bere ogni giorno otto bicchieri o due litri d’acqua al giorno. Questo obiettivo sembra piuttosto difficile e non contiamo anche l’acqua contenuta nel cibo. Ma il parere degli esperti non sembra concorde sulla quantità che ogni persona dovrebbe bere al giorno.

Il celebre quotidiano ‘Daily Mail’ ha interrogato alcuni medici molto affermati in merito. Secondo Karen Dwyer, vice capo della School of Medicine della Deakin University di Geelong, bisognerebbe bere solo quando si ha sete. E aggiunge: “Il miglior indicatore del tuo livello di idratazione è il colore della tua urina. Dovresti mirare a un colore giallo chiaro; se è più scuro allora sei disidratato e hai bisogno di più acqua; se chiaro (come l’acqua) allora non hai bisogno di tanta acqua. L’assunzione eccessiva di acqua può essere pericolosa, particolarmente in quelli con problemi cardiaci”.

Vincent Ho è docente universitario e gastroenterologo accademico presso la Western Sydney University . Anch’egli sembra contrario con la teoria dei due litri di acqua al giorno. “No, non è necessario bere otto bicchieri d’acqua al giorno. Sembra che l’origine della raccomandazione di bere otto bicchieri d’acqua al giorno possa provenire da una pubblicazione dell’Accademia nazionale delle scienze dell’alimentazione e della nutrizione nel 1945, affermando che “una quantità adeguata di acqua per gli adulti è di 2,5 litri al giorno nella maggior parte dei casi”. Ma bisogna anche considerare l’acqua contenuta negli alimenti, “un fatto che spesso viene trascurato”. Al contrario le persone che soffrono di determinate malattie o che vivono in zone con climi molto caldi possono richiedere maggiori assunzioni di liquidi.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post