Elisir di lunga vita: tre bevande per vivere più a lungo

Elisir di lunga vita: tre bevande per vivere più a lungo

di Ivana Tramontano

Come vivere più a lungo: la dieta gioca un ruolo chiave nel vivere una vita lunga e appagante. Alcune bevande hanno dimostrato di aumentare le possibilità di vivere più a lungo. Vediamo insieme quali sono.

L’aspettativa di vita è in gran parte determinata dalle scelte di vita che le persone fanno nella vita di tutti i giorni. Attenersi a una dieta sana ed equilibrata può proteggere da complicazioni mortali, come le malattie cardiache. Resta inteso che mangiare determinati alimenti può aumentare la longevità. Alcune bevande sono state anche associate a una durata di vita più lunga.

Latte

Alcuni studi suggeriscono che bere latte potrebbe allontanare la minaccia di sviluppare complicazioni potenzialmente letali. Una ricerca condotta dalle Università di Reading, Cardiff e Bristol ha scoperto che bere latte può ridurre le probabilità di contrarre malattie come la coronaropatia e l’ictus fino al 15-20 percento.

Succo d’arancia

Il succo d’arancia è stato collegato a una serie di benefici per la salute, compresa la protezione da complicazioni mortali come malattie cardiache, cancro e diabete. I benefici per la salute sono in parte dovuti al fatto che il succo d’arancia è ricco di antiossidanti. Gli antiossidanti sono sostanze che possono proteggere le tue cellule dagli effetti dei radicali liberi, molecole prodotte quando il tuo corpo scompone il cibo o è esposto al fumo di tabacco e alle radiazioni. I radicali liberi possono svolgere un ruolo nelle malattie cardiache, nel cancro e in altre malattie.” Uno studio di otto settimane ha scoperto che bere 75 cl di succo d’arancia ogni giorno ha aumentato significativamente lo stato antiossidante.

Caffè

Bere caffè può prolungare le aspettative di vita. Questa è la conclusione di uno studio su vasta scala pubblicato negli Annals of Internal Medicine. Lo studio multietnico, che coinvolge oltre 215.000 partecipanti, ha scoperto che bere caffè era associato a un minor rischio di morte a causa di malattie cardiache, cancro, ictus, diabete e malattie respiratorie e renali per afro-americani, giapponesi-americani, latino-americani e occidentali.

Le persone che consumavano una tazza di caffè al giorno avevano il 12% in meno di probabilità di morire rispetto a quelle che non bevevano caffè. Questa associazione era ancora più forte per coloro che bevevano da due a tre tazze al giorno: il 18% riduceva la possibilità di morte. Una bassa mortalità è stata attestata indipendentemente dal fatto che le persone bevessero caffè normale o decaffeinato, suggerendo che l’associazione non è legata alla caffeina. Il caffè contiene molti antiossidanti e composti fenolici che svolgono un ruolo importante nella prevenzione del cancro.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post