Emorroidi: cosa mangiare e cosa evitare

Emorroidi: cosa mangiare e cosa evitare

Le emorroidi sono strutture vascolari del canale anale che svolgono un ruolo chiave nel mantenimento della continenza fecale. La loro particolare posizione sottopone queste vene al contatto con l’attività di continenza e di evacuazione e questo può provocare fenomeni patologici come infiammazioni anche molto fastidiose. I principali sintomi che tradiscono la presenza di emorroidi sono perdite di sangue, prurito e generalmente anche dolore.

Le dimensioni dei vasi sanguigni infiammati possono essere ridotte attraverso l’alimentazione. Di conseguenza è importante conoscere quali alimenti evitare e quali possono aiutare a curare questa patologia che può diventare molto fastidiosa.

Alimenti da evitare

I cibi controindicati sono quelli che causano stitichezza, peggiorando la situazione della patologia emorroidale vista la difficoltà di defecazione che si genera e la difficoltà nell’espellere le feci. Quindi meglio evitare gli alimenti scarsi di fibre, come i cereali raffinati, il pane bianco, i prodotti da forno non integrali, le torte, le merendine.

Da evitare anche i cibi ricchi di grassi o che rischiano di infiammare e irritare il colon. Ad esempio andrebbero evitate le bibite gassate, i formaggi stagionati, gli alcolici, il cioccolato, cibi troppo salati, fritti e soffritti. Il peperoncino andrebbe utilizzato con moderazione. Sono considerati generalmente irritanti per la mucosa dell’intestino anche caffè, spezie (senape e pepe), pomodori e salse speziate a base di pomodoro (ketchup), aceto, ravanelli e tartufi.

Alimenti consigliati

1. Mirtilli – Il succo di mirtillo è ricco di antociani e altri antiossidanti che aiutano a ridurre il gonfiore delle emorroidi, tonificano e rafforzano le vene. L’ideale sarebbe 1 bicchiere al giorno di succo di mirtillo o di altri frutti scuri (more, ribes) ricchi di antiossidanti.

2. Castagne – Soprattutto quelle secche influiscono sulla resistenza delle vene e dei capillari aumentandone la resistenza e diminuendo la propensione a rompersi facilmente.

3. Cibi ricchi di fibre – Una dieta a base di verdure e frutta aiuta a regolarizzare il transito intestinale. Da mangiare sia cotte che crude, ammorbidiscono le feci rendendo più agevole il passaggio attraverso il canale anale evitando bruciori e sanguinamento.

4. Psillio –  E’ unapianta officinale che a contatto con l’acqua assume una consistenza gelatinosa che ingerita fa in modo di ammorbidire le feci. Questo gel ha proprietà lassative e lenitive della mucosa gastrica quindi anche dell’ultimo tratto del colon. Versate due cucchiai in un bicchiere d’acqua e lasciate riposare per una notte. Al mattino bevete a stomaco vuoto.

5.Acqua – Durante il giorno bevete molta acqua così da evitare fenomeni di stitichezza e ammorbidire le feci.

Altri cibi consigliati

Per combattere le emorroidi i consigliano prugne, albicocche, melanzane, patate, yogurt, uva, verdure a foglia verde scuro, propoli, melone, aglio, zenzero, crusca, legumi.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post