Epifania: tutte le tradizioni culinarie sulla vecchietta amata dai bambini | E qualche segreto

Storia e tradizioni sulla festa della Befana che si celebra il 6 gennaio: l’Epifania tutte le feste si porta via. Ecco che cosa si svolge in Italia durante la notte più magica. 

Carbone dolce Befana ricetta veloce
Carbone dolce Befana (Foto Instagram @davideselogna)

Abbiamo già visto tutte le principali preparazioni dolciarie legate alla festa dell’Epifania che si celebra il 6 gennaio da Nord a Sud Italia con ritualità però molto diverse da regione a regione.

La Befana non porta solo carbone nelle calze dei bambini, ma anche la pinza veneta, le cartellate pugliesi, i cavallucci senese e gli anicini in Liguria, solo per citarne alcuni.

La filastrocca legata alla vecchietta recita “L’Epifania tutte le feste di porta via“, infatti inizia subito dopo il periodo di Carnevale, con il rifiorire delle coltivazioni sui campi dopo la semina e il proiettarsi verso la primavera che è pronta a sbocciare.

Quali sono però i riti e le principali tradizioni che animano la Penisola durante quella giornata? Vediamole tutte.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Storia, tradizioni e misteri sulla festa dell’Epifania

L’Epifania prima ancora di essere una festa religiosa cristiana legata all’arrivo dei Re Magi alla stalla di Betlemme dove giaceva il Gesù Bambino, era un rito pagano legato all’inizio lunare del raccolto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Umberto Grandis (@mbrt.grnds) 

LEGGI ANCHE –> Frammenti di plastica nel cibo, il richiamo urgente | FOTO

I Romani credevano che tra la fine di dicembre ed il 6 gennaio la Dea Diana arricchisse i campi di fertilità in vista della semina primaverile, portando in dono ai più piccoli frutta fresca e dolciumi.

Oggi in moltissime zone d’Italia si festeggia la fine delle festività natalizie e l’inizio del Carnevale bruciando “la Vecchia” (la vecchia stagione passata, l’inverno) in un falò collettivo allestito al centro del paese. Ricordiamo che la direzione del fumo è simbolo per gli agricoltori per scoprire l’andamento del nuovo anno, se sarà fortunato o meno.

Durante il rito dell “brusavecia” si beve vin brulè e si mangia la pinza, tipico dolce regionale. Immancabili in Veneto e non solo le Befane che camminano per i paesi con la scopa in mano e l’immancabile scialle in testa per coprire i capelli grigi.

Epifania 6 gennaio Befana
Epifania 6 gennaio (Canva) – CheCucino.it

Come ricorda Fanpage, “Lungo il Canal Grande sfila un corteo di barche con a bordo persone travestite da Babbo Natale e Befana. Inoltre il Raduno Nazionale delle Befane e dei Befani questo raduno si svolge a Fornovo Taro, in provincia di Parma. La città per l’occasione si riempie di centinaia di persone in costume e tra canti e balli si eleggono Madame Befana e Mounsieur Befano“.