Hai esagerato durante le feste? | Ecco cosa devi fare dal 2 gennaio in poi

Le feste natalizie stanno per terminare, in media ogni italiano è ingrassato di circa 3 kg e sono in tanti a volersi mettere a dieta per perdere qualche chilo di troppo. Ecco alcuni consigli utili per rimettersi in forma.

Bevande detox dieta intermittente
Bevande detox (Foto di rh2010 AdobeStock)

La dieta di gennaio è pensata appositamente per il dopo-feste natalizie, quando le abbuffate culinarie ci hanno incollato alla tavola più del dovuto. Per sgonfiarsi e dimagrire è necessario innanzitutto depurare l’organismo eliminando le tossine in eccesso. La prima regola è puntare su cibi detox, tisane e tanta acqua.

L’errore che non bisogna assolutamente commettere è quello di saltare i pasti nella speranza di dimagrire più velocemente. Al contrario, causerà un effetto contrario, provocando picchi glicemici che faranno aumentare il senso di fame nervosa spingendovi a mangiare spropositatamente alla prima occasione buona.

In ogni dieta che si rispetti bisognerà mangiare cinque volte al giorno, dando ampio spazio a frutta e verdura, soprattutto carciofi, bietole e cavoli, mele, arance e mandarini, utili per aumentare le difese immunitarie. E poi che altro? Vediamolo subito.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Dieta di gennaio: perdere peso dopo le feste natalizie

Il segreto sta soprattutto nella colazione che dovrà essere a base di cereali integrali, frutta fresca e uno yogurt magro. A pranzo si consiglia un minestrone con riso integrale, a cena legumi e verdure cotte al vapore e conditi con un cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Yogurt e frutta secca
Yogurt e frutta secca (Canva)

Nella dieta di gennaio le tisane sono le alleate perfette della linea, utili per sgonfiare la pancia e drenare i liquidi in eccesso: ottime le tisane al tiglio, alla melissa o al carciofo.

LEGGI ANCHE –>Migliorare la digestione dopo Natale: addio gonfiore e sonnolenza

Per smaltire le tossine affidiamoci ai succhi pressati a freddo e alle zuppe naturali. A cena concediamoci una vellutata a base di spinaci, finocchi, cavolo riccio, tarassaco.

Mangiare frutta, ma con moderazione e limitando alcune varietà troppo zuccherine, come le banane e le ciliegie. Meglio consumare la frutta al mattino, a digiuno, e prediligere limoni, pompelmi, mele, avocado, arance, mandarini. Via libera anche ai semi: di lino, di chia, di canapa decorticata, di zucca, di girasole.

Avanti tutta con la frutta di stagione, il fruttivendolo dovrà diventare un punto di passaggio quotidiano. Consumate verdure di stagione, crude a pranzo e cotte a cena, preferendo spinaci, bietole, broccoli, cavoli di Bruxelles, ecc.

Bene anche la frutta a guscio (noci, mandorle, nocciole, ecc) ma con moderazione. E i cereali integrali senza glutine, come riso integrale, miglio, sorgo, quinoa e legumi.

Da evitare, invece, latticini, prodotti lievitati e zucchero. Stop a cracker, barrette, cereali per la colazione, cacao, caffè. Al posto della tazzina di espresso optate per il tè verde.

Per una settimana o dieci giorni è uno sforzo che si può fare. Inoltre ricordiamo di bere almeno due litri di acqua al giorno, possibilmente tiepida o calda, per favorire la digestione e l’effetto detox.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Colazione a Capodanno. Cosa si mangia l’1 gennaio? La tradizione per smaltire il cenone

esercizi fisici dopo 40 anni
Camminare a passo svelto (Adobestock)

Infine mai tralasciare l’attività fisica, indispensabile per riattivare il metabolismo e bruciare calorie. In alternativa, basterebbe anche una passeggiata a passo svelto di 30 minuti al giorno, oppure lo yoga.