Fagioli in umido, piatto povero della tradizione come vuole la ricetta contadina

In moltissime regioni italiane questo piatto povero accompagna le sere d’autunno e inverno accanto a carne alla brace o pesce. Ricco di proteine e vitamine, è in grado però anche di saziare e dare moltissima energia. 

Fagioli, sono migliori quelli in scatola o quelli sfusi?
Fagioli in lattina al supermercato (Pinterest)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

In antichità, quando servivano molte calorie per scaldarsi nelle lunghe notti invernali, i fagioli (ma anche i legumi in generale) erano un ottimo companatico per accompagnare carne alla brace oppure stufati di verdure casalinghi.

Oggi invece i fagioli in umido sono un ottimo rimando al passato regionale del nostro Paese, una ricetta che varia moltissimo a seconda della zona in cui ci spostiamo, soprattutto tra Centro e Nord Italia.

Ad esempio in molti paesini del Centro si mangiano i fagioli all’uccelletto a base di salsiccia nelle Marche, Lazio, Umbria e Toscana (o cotechino in Emilia-Romagna), mentre al Nord si usa la cotica di maiale, al Sud sono arricchiti da patate oppure fagiolini.

I fagioli in umido sono una specialità che prende piede soprattutto in autunno e prosegue fino a primavera inoltrata, arricchiscono un pasto e danno un apporto di vitamine e nutrienti non indifferente.

Vediamo che realizzarli a casa nostra secondo la nostra ricetta tradizionale più “neutra” senza aggiunta di altri ingredienti poveri, si può partire sia da quelli secchi che dai freschi oppure in barattolo.

Ingredienti e preparazione dei fagioli in umido

Per la scelta oculata dei legumi vi affidiamo alla lettura dell’articolo “Fagioli, quali acquistare al supermercato per risparmiare sulla spesa?“.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Fagioli in umido ricetta contadina
Fagioli in umido (Foto @lericettedellacontea.it)

INGREDIENTI

  • 250 g di fagioli borlotti (o cannellini)
  • 1 cipolla bianca
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro facoltativo
  • 100 ml di polpa o passata di pomodoro
  • 1/4 di bicchiere di vino bianco
  • Olio evo qb.
  • Alloro fresco qb.
  • Sale e pepe qb.

PREPARAZIONE (circa 120 min + 8 ore di ammollo)

La prima cosa da fare è quella di mettere in ammollo i fagioli secchi (ma se usate quelli in barattolo non serve questo passaggio) in acqua almeno per 6-8 ore.

Trascorso il tempo indicato scolare i fagioli e rimetterli in una pentola alta a cuocere per almeno un’ora dal bollore. Aggiungere a piacere anche degli odori per aromatizzare i legumi, come alloro e del rosmarino.

Passata l’ora preparare un soffritto con sedano, carota e cipolla e metterlo a cuocere in padella a fuoco basso con un filo d’olio. Scolare i fagioli e aggiungerli in padella con un cucchiaio di acqua di cottura.

Unire anche il concentrato di pomodoro e la passata, coprire con il coperchio semi aperto e proseguire la cottura 30 minuti. Aggiungere anche il vino, sale e pepe, alloro e proseguire ancora per 30 minuti.

come preparare mandorle salate speziate
Erbe aromatiche (Foto nolonely AdobeStock)

Aggiustare di sale e portare in tavola.

Il CONSIGLIO furbo è quello di tenere i fagioli in frigo una notte a macerare, il giorno dopo riscaldati saranno ancora più buoni!!