Fagiolini freschi: come conservarli il più a lungo possibile

Fagiolini freschi: come conservarli il più a lungo possibile

LA PREPARAZIONE
di Cesare Orecchio

Fagiolini freschi: vi presentiamo il metodo infallibile facile e veloce per conservarli al meglio e preservarne colore e sapore 

 

L’estate è fatta di allegria, caldo, mare e sabbia. Ma anche di pesche, albicocche, ciliegie, anguria,melone, barbabietole, cetrioli, zucchine, fagioli e fagiolini. Proprio questi ultimi sono una verdura delicata, raffinata e si presta a tantissime preparazioni. Ideali come antipasto, passati in padella e legati con un filo di erba cipollina, raggruppati in mazzetto e cotti in forno con una bella fascia di speck, conditi con la “mollica cunsata” siciliana, tutti li adorano ed anche i bambini li amano. Queste gustose  verdure le troviamo per tutto il periodo dei mesi caldi fino a Settembre. Affrettiamoci dunque. Vediamo insieme alcuni metodi per conservarli al meglio e poterli gustare anche in inverno.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Fagiolini al burro, un contorno veloce e leggero da preparare

 

Fagiolini freschi: come congelarli e consumarli in inverno

fagiolini freschi
Foto di congerdesign da Pixabay

Gustosi e dalla forma simpatica, i fagiolini possiedono tantissime proprietà: contengono betacarotene e luteina, antiossidanti capaci di contrastare i radicali liberi e quindi l’invecchiamento precoce della pelle. Sono fonte di calcio e di vitamine come la A, la C, fosforo, ferro e potassio. Ma come possiamo conservarli e gustarli come se fossero freschi anche nei periodi più freddi? Vediamo insieme qualche metodo efficace.

Bollitura e congelatura: uno dei metodi migliori è senza dubbio bollire i nostri fagiolini e poi congelarli, così da preservare non solo il gusto, ma anche l’aspetto e le loro proprietà. Compriamoli dal nostro fruttivendolo di fiducia, laviamoli bene sotto acqua corrente fredda e poi priviamoli dell’estremità. Prepariamo una pentola di acqua e facciamola arrivare ad ebollizione e buttiamo le verdure facendo cuocere per un massimo di 4 minuti. Passato il giusto tempo, spostiamoli rapidamente in una ciotola con acqua molto fredda e del ghiaccio. Questo processo bloccherà nell’immediato la cottura, mantenendo ai fagiolini un colore vivido e brillante. Aspettiamo altri 4 minuti e poi stendiamo su dei canovacci da cucina distanziati tra loro, in modo che possano asciugarsi. Prendiamo poi dei sacchetti appositi e sistemiamoli al loro interno, senza ammassarli troppo e poniamoli in freezer, si conserveranno per circa 6 mesi.

Conservazione in frigo: se abbiamo comprato dei fagiolini freschi ma sappiamo già che in settimana li consumeremo, possiamo conservarli in questo modo. Inseriamoli in uno scolapasta ed iniziamo a scuotere in modo che eventuali residui di terra possano cadere all’interno del lavandino. E’ importante non bagnarli e non privarli delle estremità. Prendiamo qualche foglio di carta assorbente ed avvolgiamoli in un grande mazzo, copriamo poi con della pellicola per alimenti sigillando bene e riponiamo nel cassetto delle verdure, in questo modo si conserveranno per circa 7/9 giorni.

Ed ecco un trucchetto pratico per arricchire soffritti e sughi: se prima di bollirli li tagliamo a rondelline e poi seguiamo lo stesso procedimento per congelarli, all’occorrenza, potrete prenderli ed aggiungerli nei vostri soffritti o nei vostri sughi di carne e pesce per arricchirli e concedere sapore!

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post