Fame nervosa: cos’è, cause e rimedi

Fame nervosa: cos’è, cause e rimedi

La fame nervosa, o fame emotiva, è un disturbo alimentano dovuto all’ansia, allo stress, alla noia, alle frustrazioni e alle paure. E’ il motivo per cui molte diete falliscono e porta a mangiare in modo compulsivo per colmare alcune lacune emotive e spesso è necessario l’aiuto di uno psicologo per cercare di arginare o eliminare questo brutto vizio che causa sovrappeso e obesità.

iStock_000079005631_Medium

Conoscere le cause che provocano la fame emotiva è un ottimo inizio e aiuto  per mettere fine all’abitudine di mangiare con la testa anziché con lo stomaco, senza gustare il cibo, ma solo come valvola di sfogo. Il primo passo è capire perché sopraggiunge questo impulso irrefrenabile di mangiare soprattutto cibi grassi e calorici, in grado di dare una scarica di energia improvvisa.

A causare un attacco di fame nervosa può essere una lite con il coniuge, discussioni con i figli, preoccupazioni, stress, ansia o, nel caso specifico delle donne, i giorni che precedono il ciclo mestruale e la gravidanza stessa. Ma la fame emotiva può presentarsi anche in momenti di allegria e felicità, per esempio durante compleanni, dopo un esame superato, pranzi e cene in famiglia, banchetti nuziali, ecc. Bisogna, quindi, imparare a gestire al meglio le situazioni in cui ci si trova, per non lasciarsi dominare dalle emozioni, positive o negative che siano.

Esistono motivazioni interiori che causano l’assunzione compulsiva di cibo e riconoscere quella che più sentiamo nostra può essere un primo passo per risolvere il problema.

1. Il cibo è il mio antistress. Mangio per alleviare emozioni negative come rabbia, ansia e tristezza.

2. Mi difendo abbuffandomi. Quando gli altri ci trattano male, ci sminuiscono o cercano un confronto preferiamo rifugiarci nel cibo.

3. Il cibo è l’unico fedele amico. Si mangia per evitare di essere rifiutati o di provare rabbia.

4. Quando mastico non mi giudico. Una bassa autostima e considerazione di sé porta ad abbuffarsi.

5. L’amore non soddisfa, il cibo sì. Una relazione insoddisfacente o l’assenza di un partner può portare alla fame nervosa.

6. Il cibo colma i vuoti. Si mangia senza freni per dimenticare certi episodi del passato

7. Non dirmi cosa devo mangiare. Il cibo diventa un modo per ribellarsi ed essere indipendente.

8. Meglio mangiare che rischiare. Si mangia in modo compulsivo quando si devono affrontare nuove sfide.

9. Meglio il cioccolato che l’amore. Si mangiano dolci per evitare di affrontare la propria intimità.

10. Il corpo è un campo di battaglia. Si mangia per affrontare la rabbia o vecchi rancori.

11. Nessuna voglia di crescere. Si preferisce essere spensierati per non affrontare gli ostacoli dell’età matura.

12. Ho paura di dimagrire. Quando si mangia troppo perché si teme di perdere peso significa che si ha paura dei cambiamenti.

Per alcuni consigli leggi qui:

Fame Nervosa: Ecco Come Controllarla

Stress, 7 errori che Fanno Ingrassare

Ansia e Stress, gli Alimenti per un Giusto Relax

I 5 Alimenti Anti Stress

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post