Famoso chef morto per un malore improvviso, aveva fatto grande la cucina romagnola a Madrid

Un malore lo avrebbe stroncato prematuramente a soli 56 anni. Lo chef è scomparso nella sua abitazione di Madrid dove viveva da 24 anni.

Chef Bertaccini morto Madrid 56 anni malore dettagli
Chef Bertaccini (Foto Facebook)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Si tratta della quarta morte di giovani cuochi che si verifica nel giro di pochi mesi e di cui abbiamo dato notizia sul sito. Dopo il barese Vito Delisio di 38 anni che ha lasciato la moglie e i due figlioletti dopo un incidente in moto, anche Salvatore Scarpaci siciliano di 42 anni trovato morto domenica mattina 8 maggio nella cucina del ristorante vicino Ginevra dove lavorava, ora anche questa nuova notizia.

A Londra Carlo Giannini, pugliese di 34 anni, trovato morto da un passante nella notte presso Manor Fields Park nella cittadina di Sheffield, e ora è il turno del vice presidente dell’Acis, l’Associazione cuochi Italiani di Spagna (costituita presso l’Istituto per il Commercio Estero).

La notizia sta velocemente circolando sul web ed i maggiori giornali romagnoli, visto che era originario di Forlì dove tornava frequentemente nonostante ormai vivesse in pianta stabile a Madrid.

Amici e parenti si stringono intorno alla tragica notizia arrivata improvvisa in patria.

Forlì piange Luigi Bertaccini: aveva solo 56 anni

Stando a quanto si legge dal Corriere Romagna, l’uomo sarebbe deceduto a seguito di un malore improvviso nella sua abitazione di Madrid dove abitava da 24 anni.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cucina stellata cosa non ordinare mai al ristorante
Cucina stellata (Foto di @spotdeal.dk)

Luigi Bertaccini era titolare del ristorante A vánvera. Dopo una carriera come manager nel settore delle telecomunicazioni prima in Italia e poi nel Paese iberico aveva deciso di coltivare la propria grande passione per la cucina, tanto da aprire nove anni fa un ristorante che in poco tempo è diventato uno dei più amati nella capitale iberica.

Bertaccini aveva portato la cucina romagnola in Spagna, ovvero la “cucina dell’amicizia” come la chiamava lui, dove il cliente deve sentirsi come a casa accolto da un ambiente gioviale e in cui i piatti fanno da coronamento al piacere di vivere un’esperienza totale.

Forlì alla notizia della sua dipartita non ha potuto non svolgere una messa funebre di cordoglio lo scorso lunedì 6 giugno alle 18.30 presso la chiesa di Regina Pacis in Viale Kennedy 4.

Ristorante più caro mondo dettagli foto
Tavoli vuoti di un ristorante (Foto di Valeria Boltneva da Pexels)

Non sappiamo se lo chef fosse sposato o avesse figli, quel che è certo è che se ne va un altro grande cuoco italiano in maniera prematura e sconvolgente.