Ferragosto da incubo per alcuni villeggianti di un camping: vittime di un’intossicazione alimentare

Un Ferragosto da dimenticare per alcuni turisti che stavano trascorrendo le vacanze in un camping a Trevi nel Lazio: cinquanta turisti circa sono state vittime di un’intossicazione alimentare

Ferragosto da incubo per villeggianti Trevi intossicazione alimentare
Camping (Foto di Siggy Nowak da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

A Trevi nel Lazio in provincia di Frosinone alcuni villeggianti hanno patito un’intossicazione alimentare e sono stati trasportati in alcuni ospedali della Ciociaria e di Roma.

Sul caso indagano i carabinieri. Secondo una prima ipotesi si tratterebbe di salmonellosi ma è ancora tutto da chiarire. Sono cinquanta circa gli ospiti della struttura ricettiva laziale, perlopiù romani, ad aver accusato fastidi allo stomaco, nausea, vomito, crampi e malessere generale.

I turisti si trovavano nel giorno di Ferragosto nel camping di Trevi e stavano trascorrendo un momento di relax e divertimento quando alcune decine di campeggiatori si sono sentiti male.

Molti hanno avuto sintomi lievi di un’intossicazione alimentare mentre altri sono stati anche trasferiti a Roma per le cure del caso. Subito è stato avvertito il personale della struttura ricettiva che ha chiamato prontamente il 118.

Ipotesi salmonella per i turisti colpiti dall’ intossicazione alimentare a Ferragosto

In prima ipotesi si pensa che le persone siano state vittime di salmonella causata o da alimenti scaduti o andati a male oppure da acqua contaminata.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Ferragosto da incubo per villeggianti Trevi intossicazione alimentare
Acqua (Foto di Manuel Darío Fuentes Hernández da Pixabay)

La prima strada però è da escludersi visto che i turisti romani appartengono a diversi gruppi di persone e quindi non hanno mangiato tutti gli stessi alimenti. Non possono essere stati quindi cibi venduti nel camping o arrivati da fuori.

Si pensa quindi che sia stata l’acqua delle fontanelle della struttura ricettiva laziale a provocare la salmonellosi. Con molta probabilità gli impianti di depurazione del camping non funzionano come dovrebbero.

Già oggi i lavoratori del Dipartimento di prevenzione della Asl di Frosinone sono in azione per capire se si è davvero trattato di acqua contente tracce di salmonella.

Ferragosto da incubo per villeggianti Trevi intossicazione alimentare
Dissetarsi (Foto di Olya Adamovich da Pixabay)

Anche il sindaco Silvio Grazioli ha parlato proprio dell’acqua, a quanto pare contaminata, del camping di Trevi. “Nelle prossime ore faremo analizzare l’acqua del campeggio e controlleremo bene la situazione”, ha detto il primo cittadino.