Fieno greco, perchè fa così bene alla salute? Proprietà terapeutiche e usi (ma non per tutti)

Conosciuto anche con il nome di Trigonella, il fieno greco ha proprietà benefiche millenarie tanto che il suo utilizzo pare risalga ai tempi degli antichi egizi.

Fieno greco proprietà benefiche salute umana
Fieno greco (Foto @melarossa.it)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il suo nome scientifico è Trigonella foenum graecum L. ed è una leguminosa della famiglia della fabaceae. Trigonella perchè i semi del fieno greco hanno una forma triangolare molto bombata, molto simile ai semi del grano saraceno.

Si tratta di una pianta il cui utilizzo al giorno d’oggi è ancora molto limitato in cucina nonostante siano commestibili, oltre ai semi, anche i germogli, le radici, le fogli ed i ramoscelli, sia freschi che secchi.

Questa pianta pare abbia dei riscontri medici e terapeutici già a partire dagli antichi egizi poiché si dice possa avere numerosi effetti benefici sulla salute umana.

Il suo consumo sul lungo periodo può ridurre il rischio di diabete, colesterolo alto LDH, obesità, ipertensione arteriosa, artrite, digestione rallentata e molti altri problemi legati a cuore e polmoni.

Mancano però adeguati studi scientifici a riguardo che confermino la sua veridicità come alimento cardine da poter essere inserito nella dieta alimentare mediterranea. Quel che è certo è il fieno greco non

Fieno greco, proprietà e controindicazioni

Sono diversi i benefici che questa piante apporta all’organismo. Come scrive Repubblica in un servizio datato il 26 agosto è evidente che il fieno greco sia un vero toccasana sotto molteplici aspetti.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Fieno greco proprietà benefiche salute umana
Fieno greco fiori (Foto di Petra da Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In uno studio  50 volontari maschi hanno preso un estratto di semi di fieno greco per 12 settimane e circa l’85% dei partecipanti ha avuto un aumento del numero di spermatozoi, lo si consigli infatti a chi ha bassi livelli di testosterone.

Contiene infatti molte sostanza essenziali quali saponine, alcaloidi, polifenoli, oli essenziali, vitamine, minerali che conferiscono diversi benefici a questa pianta senza dimenticare nutrienti preziosi come colina, inositolo, biotina, vitamine A, D e del gruppo B.

Sembrerebbe un vero toccasana!

Il fieno greco contiene una quantità significativa di fibra alimentare e alcuni esperti ipotizzano che l’effetto ipoglicemizzante del fieno greco possa in realtà essere attribuito in gran parte proprio al suo alto contenuto di fibre.

Ridurrebbe inoltre l’assorbimento intestinale di glucosio favorendo allo stesso tempo la secrezione d’insulina da parte delle cellule del pancreas. Permette anche un assorbimento rallentato dei carboidrati e nelle donne che hanno appena partorito stimolerebbe la produzione di latte materno.

Attenzione però a non esagerare con l’assunzione di questa pianta: proprio le donne incinte rischiano sensibili picchi di contrazioni uterine durante la gravidanza pericolose per la donna e il bambino.

Si rischia anche di incorrere in gravi problemi gastrici come colite, diarrea e gonfiore. Chiedere sempre al proprio medico curante come comportarsi senza fare di testa propria per non rischiare di creare complicanze inutili a livello sistemico.

Fieno greco proprietà benefiche salute umana
Germogli di fieno greco sulla zuppa di barbabietole (Pinterest)

In commercio lo si trova presente nei saponi, molti cosmetici in industriali e biologici, tè, nel garam masala. Come dicevamo è ottimo consumato sia fresco che secco, in commercio di possono ad esempio trovare i germogli sottovuoto da inserire magari nelle zuppe, come quella di barbabietola e aglio ottima per l’autunno e l’inverno.