Formaggi Dop senza lattosio, la lista completa. Facciamo chiarezza

Il problema del lattosio per chi ne soffre in modo rilevante è una vera spina nel fianco, vediamo quindi nel dettaglio quali formaggi Dop non lo contengono in base al processi di lavorazione che ha portato alla loro realizzazione.

25 formaggi dop senza lattosio
Formaggi senza lattosio (Foto di Leandro Bezerra da Pexels)

Già in un precedente articolo abbiamo analizzato nel dettaglio quali cibi sono naturalmente privi di lattosio, oggi invece vogliamo fare un tuffo il più possibile esaustivo nel settore caseario in particolar modo nei formaggi Dop che sono senza questa proteina e quindi consumabili senza problemi da chiunque.

Per fare un breve riepilogo, chi soffre di intolleranza al lattosio spesso se ne accorge per via di alcuni sintomi ben riconoscibili come mal di testa, pancia gonfia, flatulenza, diarrea, meteorismo e crampi addominali.

Al momento un prodotto per essere definito privo di lattosio deve avere un residuo (di lattosio) inferiore a 0,1 g per 100 g o 100 ml. Nei prodotti che hanno questa percentuale di residuo si dovrà leggere la dicitura “meno di…”.

In particolare, nell’analisi condotta dal Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali dell’Università di Pisa, oltre che all’Associazione Aili ed Ellefree, ci teniamo a specificare, che i formaggi inseriti nella lista non sono naturalmente provi di lattosio ma sono delattosati, ovvero la riduzione di lattosio avviene grazie al naturale processo produttivo.

Quali sono i 25 formaggi Dop privi di lattosio?

Ad esempio durante la fermentazione e la stagionatura il lattosio viene trasformato in acido lattico assimilabile dal corpo umano senza problemi di alcuna sorta. Ecco svelato il motivo per cui andrebbero sempre prediletti formaggi a pasta semidura, dura o erborinati.

Intolleranza al lattosio alimenti naturalmente privi dettagli
Intolleranza al lattosio (Foto di Pixel Shot AdobeStock)

Soprattutto ogni Consorzio di tutela deve verificare con specifiche analisi chimiche il contenuto di questo zucchero nel proprio prodotto e registrare sempre in etichetta questa indicazione, pena multe salatissime per “causato allarmismo nei consumatori”.

Nel mondo del lactose free rientrano al momento 25 formaggi (di cui 23 italiani e 2 stranieri) che riportano anche in etichetta il Marchio Lfree, che garantisce un contenuto di lattosio <0.001%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Alimenti naturalmente privi di lattosio, cosa scegliere in caso di intolleranze

  • Gorgonzola Igor
  • Asiago di Latterie Venete
  • Grana Padano
  • Parmigiano Reggiano
  • Pecorino Romano

I formaggi di seguito riportati invece hanno superato l’analisi di laboratorio riportando un contenuto di lattosio inferiore a <0,001% già dalla loro prima stagionatura (ovvero 1 mese).

  • Bitto
  • Bra
  • Brie
  • Caciocavallo Silano
  • Castelmagno
  • Cheddar (UK)
  • Emmentaler
  • Fiore Sardo
  • Fontina
  • Le Gruyére (FR)
  • Montasio
  • Pecorino Sardo
  • Pecorino Siciliano
  • Pecorino Toscano (stagionato > 4 mesi)
  • Piave
  • Provolone Valpadana
  • Stelvio
  • Taleggio
  • Toma Piemontese
  • Valtellina Casera
Gorgonzola Dop dati acquisto export 2021 primato
Gorgonzola Dop dolce e piccante (Foto Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Come conservare il Parmigiano Reggiano Dop. Il metodo per averlo buono a lungo

L’avvertenza però è sempre quella di farsi seguire da un medico nutrizionista competente, in alternativa fate sempre delle prove con piccoli pezzetti di ogni formaggio.

Ogni persona è diversa e reagisce in modo assolutamente individuale al processo di adattamento ai cibi. Eviterete quindi di stare male e incorrere nei sintomi che abbiamo elencato all’inizio.