Formaggio contaminato, attenzione a quello che compri: questo è da evitare

Taleggio Dop a latte crudo richiamato per presenza di E. coli STEC. Stavolta nel mirino del Ministero sono finiti tra grandi brand molto amati dai consumatori italiani.

TALEGGIO DOP richiamato Escherichia coli lotti
Taleggio Dop (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Nuova comunicazione urgente da parte del Ministero della Salute nelle scorse ore e pubblicata in Gazzetta Ufficiale che descrive il ritiro dal mercato di diversi lotti di produzione di un noto formaggio molto amato nel Nord Italia.

Si tratta del Taleggio Dop, formaggio prodotto nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Monza e della Brianza, Pavia in Lombardia, la provincia di Novara e Verbano-Cusio-Ossola in Piemonte e la provincia di Treviso (Venet0).

Come si legge sul sito qualigeo.eu, “presenta una forma quadrata, crosta sottile, morbida e di colore rosato naturale, con presenza di muffe caratteristiche color grigio-verde e salvia chiaro. La pasta è uniforme e compatta, più morbida sotto la crosta e a fine stagionatura, più friabile al centro della forma. Il colore della pasta varia da bianco a paglierino“.

Il motivo del ritiro urgente dei diversi lotti è indicato nel possibile rischio Escherichia coli da tossina Shig (STEC gene eae sg 026) in 25 grammi di prodotto

Vediamo subito i lotti ed i brand bloccati, a cui i consumatori devono prestare massima attenzione.

Taleggio Dop richiamato, marchi e lotti bloccati

Il Ministero ha segnalato il richiamo da parte del produttore di alcuni lotti di Taleggio Dop a latte crudo venduto con i marchi Casarrigoni, Pascoli del Fattore e Terre d’Italia. I formaggi interessati sono stati tutti ottenuti dal lotto di prodotto 04082A, con le seguenti caratteristiche:

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

  • Taleggio Dop a latte crudo Casarrigoni, venduto in forme intere, lotto di confezionamento numero L. 25272 e scadenza indicata al 28/11/2022; L. 25276 e scadenza 02/12/2022, L. 25279 e scadenza 05/12/22 e L. 25280 e scadenza 06/12/22;
  • Taleggio Dop a latte crudo Pascoli del Fattore, venduto in forme intere, lotto di confezionamento numero L. 25272 e scadenza indicata al 28/11/22, L. 25276 e scadenza 02/12/22 e L. 25277 e scadenza 03/12/22;
  • Taleggio Dop a latte crudo Terre d’Italia, venduto in porzioni da 200 grammi, lotto di confezionamento numero 25277 e scadenza indicata al 03/11/2022.

Il nome del produttore è Casarrigoni Srl sita in via A. Arnoldi 575 – 24010 Taleggio (Bergamo). Marchio di identificazione dello stabilimento/del produttore CE IT 03 278.

Sempre in nota si legge che i consumatori sono tenuti a non consumare il formaggio se già presente in casa e di restituirlo nel vicino punto vendita per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Riguardo invece l’Escherichia coli: sintomi, cause e cure dell’infezione che può mettere a rischio la salute umana, abbiamo già fatto un articolo molto esaustivo che spiega tutto quello che c’è da sapere su questo microrganismo appartenente agli enterobatteri che trova il suo habitat ideale nell’intestino dell’uomo e di vari altri animali.