Fragole: mitologia, benefici per la salute e come sceglierle

Fragole: mitologia, benefici per la salute e come sceglierle

Le fragole sono il frutto primaverile per eccellenza, che piacciono quasi a tutti e attirano sui banchi con il loro colore rosso vivo. Buone e salutari, nascondono una molteplicità di proprietà benefiche.

Secondo la mitologia le fragole sono nate dalle lacrime di Venere, dea della bellezza e dell’amore, che piangendo la morte del suo amato Adone, versò lacrime che, cadendo a terra, si trasformavano in piccoli cuori rossi, per l’appunto le fragole. Gusto accattivante e povere di calorie, sono l’ideale per quando ci assale la voglia di qualcosa di buono senza danneggiare il peso forma. Infatti hanno in media 27 calorie per 100 grammi di polpa.

Sono ricche di vitamina C, flavonoidi antiossidanti tra cui le antocianine, e ancora calcio, potassio e magnesio. Molto utili per contrastare l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento. Inoltre favoriscono la produzione di colesterolo “buono” e aiutano a stabilizzare la pressione sanguigna. Grazie al contenuto di fibre danno anche una mano nel ridurre l’assorbimento dei grassi. Per renderle ancor più appetibili basterà condirle con un po’ di succo di limone, ma senza aggiungere zucchero.

Diventa importante, però, sceglierle nel modo giusto, rispettando prima di tutto la stagionalità, che va da aprile ai primi giorni di giugno. Scegliete sempre fragole ben mature, dall’aspetto sodo e compatto, senza ammaccature. Non fatevi ingannare dalla grandezza e dal colore lucido. Quando le portiamo a casa toglietele dal cestello di plastica, mettetele in un piatto senza sovrapporle e consumatele entro due o tre giorni al massimo. Infine ricordate di non lavarle fino al momento di doverle consumare.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post