In Francia è introvabile nei supermercati, anche in Italia dovremmo dirle addio entro il 2024

Dall’inizio dell’anno, alcuni prodotti, come l’olio di girasole, la farina e la passata di pomodoro, hanno conosciuto forti aumenti. Dalla Francia però ora arriva anche la notizia della scomparsa di un prodotto molto amato dagli scaffali dei supermercati.

Scaffali supermercato senape in via esaurimento dettagli entro 2024
Scaffali supermercato (Pinterest)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Abbiamo già visto che l’ultimo rapporto Iri associato ai dati di Altroconsumo ha rivelato come a maggio scorso si sia registrato un aumento del +6,7% sui generi di prima necessità mai così alto dal 1986!

Olio di semi di girasole +93%, farina 00 + 33% e pasta di semola +25% sono quelli che hanno risentito maggiormente degli aumenti, ma anche il resto del comparto food sta toccando picchi mai visti prima.

La crisi economica è sempre più incalzante verso i portafogli dei consumatori italiani esasperati dai rincari di moltissimi generi di prima necessità.

Non solo quelli appena citati, ora arriva anche l’ennesima segnalazione dalla Francia che vede la scomparsa di un noto prodotto food amatissimo che probabilmente anche qui in Italia presto vedrà la fine entro il 2024.

La situazione non è delle migliori, la nostra cugina d’Oltralpe ha lanciato l’allarme. Ecco di cosa di tratta.

Supermercati: questo prodotto potrebbe scomparire fino al 2024

La Francia ha lanciato un nuovo allarme che non ha nulla a che vedere con i focolai di Salmonella nello stabilimento di Arlon in Belgio.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Scaffali supermercato
Scaffali supermercato (Foto di pressmaster AdobeStock)

Infatti secondo quanto riportato dai media nazionali francesi, pare che trovare al momento una barattolo di senape al supermercato potrebbe è un’impresa molto complessa. Una tragedia visto che i francesi ne consumano quantità elevatissime pro capite durante l’anno, sia con il pesce, che con la carne ed i formaggi.

Secondo le stime ufficiale ogni cittadino ne consuma circa 1 kg all’anno, ma da oggi forse questa tendenza potrebbe cambiare visto che il prezzo di ogni barattolo è aumentato di circa il +14% e ce ne sono sempre meno nei magazzini di tutto il Paese.

Alcune catene hanno iniziato a limitare la vendita ad appena due barattoli a testa per ogni cliente, crisi profonda che a detta del direttore della Reine de Dijon e presidente dell’Association Moutarde de Bourgogne, Luc Vandermaesen, potrebbe durare fino al 2024.

Ma cosa ha generato questa crisi della senape? Il vero motivi non è tanto da far risalire ala guerre in Ucraina ma tanto più alla siccità eccezionale che ha colpito il Canada.

Ricordiamo che l’80% dei semi di senape utilizzati in Francia arrivano dal Nord America, a cui si aggiunge il fatto che i semi coltivati invece in Francia, nella Borgogna, non erano a sufficienza (per il blocco delle sementi nel porto di Odessa) per una raccolta adeguata alla domanda.

Il risultato è stato l’aumento del prezzo e la scarsa reperibilità del prodotto. In Italia la situazione al momento è molto più florida visto che il prodotto non è amato come in Francia.

Sono in molti a pensare però che i due Paesi possano fare un accordo di scambio per ottenere la senape in cambio di liquidità o altra materia prima essenziale invece in Italia.

senape ricetta limoni ripieni forno
Senape dolce per il condimento (foto di Sea Wave da AdobeStock)

Al momento il problema della reperibilità è stato dato per certo fino al 2024 poi si dovrà correre ai ripari e trovare nuovi escamotage per deviare al problema di produzione di questo prodotto. Dunque nessun allarmismo al momento, sugli scaffali c’è senape a sufficienza per ancora moltissimo tempo.