Frittura perfetta, svelati i 6 trucchi di Carlo Cracco, per una frittura da chef!

Svelati i segreti per una frittura perfetta, ecco i 6 trucchi di uno dei più grandi chef italiani: Carlo Cracco. Ecco come realizzarla.

frittura perfetta consigli di carlo cracco
Come ottenere una frittura perfetta, i consigli di Carlo Cracco (Foto di @ilclubdellericette.it Pinterest)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

Croccante e allegra, la frittura è sicuramente uno dei metodi di cottura più amati ed apprezzati da tutti, un classico di qualsiasi cucina del mondo.

Con la frittura, si può praticamente cuocere qualsiasi tipo di cibo, donando un gusto sempre succulento e gustoso, ed è per questo che è anche particolarmente amata dai bambini.

Eppure, la frittura, come ogni altro metodo di cottura, può nascondere delle insidie e se non ben realizzata, dare un risultato piuttosto deludente, se non catastrofico.

Il noto chef Carlo Cracco, ci svela i segreti della sua frittura, 6 trucchi per avere una frittura croccante e asciutta, senza unto e che riesca ad esaltare il sapore dell’ingrediente fritto senza sovrastarlo. Andiamo quindi a vedere quali sono i segreti di uno dei più noti chef italiani.

I 6 trucchi di Carlo Cracco per una frittura perfetta

Iniziamo con il dire che esistono 3 tipi di frittura diversi, quella in poco olio, quella al salto, e quella ad immersione.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

frittura perfetta consigli di carlo cracco
Patatine fritte (foto di @piudonna.it Pinterest)

Con la frittura in poco olio, si friggono tutti quei piatti che non hanno bisogno di essere immersi, ad esempio le cotolette, o le melanzane da usare per la parmigiana, o ancora i bomboloni.

La frittura al salto è tipica dei paesi asiatici, e si effettua nella wok, con un olio molto caldo e a fiamma viva, mentre quella ad immersione è la classica frittura con tanto olio, e si usa ad esempio con le patatine fritte, e con tutti gli ingredienti che vanno immersi completamente nell’olio.

Ma qual è l’olio migliore da usare? L’olio di oliva è poco consigliato, questo perché ha un punto di fumo piuttosto basso e un gusto che rischia di coprire l’ingrediente da friggere. Meglio l’olio di semi, in particolare quello di olio di girasole.

Per una pastella perfetta, bisogna utilizzare 1 uovo interno con 1 tuorlo, 4 cucchiai di farina, 300 g di acqua gassata e un pizzico di zucchero, e questa può andare bene per qualsiasi tipo di alimento.

frittura perfetta consigli di carlo cracco
Verdure pastellate (foto di @buonissimo.it Pinterest)

Per la panatura, invece di utilizzare il pangrattato provate il panko, molto utilizzato in oriente, da spessore alla panatura senza appesantirla.