Funghi, allarme dell’Asl: consumatori in ansia, cosa sta succedendo

Funghi, scatta l’allarme: intossicazione per un gruppo di persone. Arriva prontamente la nota dell’Asl: cosa sta succedendo.

Funghi allarme Asl nota
Funghi nel bosco (Fotografia da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

I funghi sono tra gli alimenti più amati dagli italiani. In commercio esistono tantissimi tipi: i più famosi sono probabilmente i pioppini, gli champignon, i pleurotus e i porcini.

I funghi hanno meravigliose proprietà: sono antiossidanti e antinfiammatori. Ricchi di minerali come fosforo e potassio, non possono proprio mancare nelle nostre diete.

Non mancano fibre e vitamine: questi particolari prodotti sono alleati del cuore e del sistema immunitario.

Tantissime persone hanno però paura di mangiare i funghi: alcuni tipi possono provocare intossicazioni alimentari, alcune anche molto gravi che possono portare alla morte.

A Torino, intossicazione alimentare per un gruppo di persone che ha mangiato funghi raccolti nel bosco: l’Asl ha deciso subito di rilasciare una nota.

Funghi, scatta l’allarme: la nota dell’Asl, cosa succede

Alcune persone, dopo aver mangiato dei funghi raccolti nel bosco, hanno avuto non pochi problemi a causa di intossicazioni alimentari. L’asl ha deciso subito di diramare una nota.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Funghi allarme Asl nota
Fungo nel terreno (Foto da Pixabay)

L’asl ha voluto spiegare il perché di questi ricoveri in ospedale legati al consumo di funghi. “Le intossicazioni non sempre sono dovute la consumo di funghi tossici. Spesso dipendono dal consumo di funghi commestibili, ma non trattati nella maniera corretta come la specie richiede“.

Nella nota si legge anche che alcuni funghi possono essere consumati crudi, come i reali, i pataioli, le lingue e il coprinus comatus. Altre, invece, vanno mangiati previa cottura.

Alcuni funghi, inoltre, richiedono anche una bollitura di 20 minuti. “In caso di malore è fondamentale recarsi al pronto soccorso e non sottovalutare la situazione nemmeno se i sintomi regrediscono”.

Funghi allarme Asl nota
Funghi spettacolari (Fonte da Pixabay)

Ricordiamo però che esistono veramente dei funghi che non sono assolutamente commestibili e che sono pericolosissimi per la salute dal momento che contengono alte concentrazioni di tossine. Segnaliamo gli Amanita Phalloides, gli Amanita verna e gli Amanita  virosa. Queste specie sono pericolose anche perché sono facilmente confondibili con tutte le specie commestibili.